Android: in un mese KitKat è già  all’1,1%

android kitkatAndroid 4.4, meglio noto come KitKat, è l’ultimo aggiornamento rilasciato per il sistema operativo mobile di Google. Presentato ufficialmente il 31 ottobre scorso in concomitanza con il lancio di Nexus 5, inizia a far sentire la sua presenza sui mercati. Certo, rispetto ai suoi “fratelli” più grandi, Gingerbread, Honeycomb, Ice Cream Sandwich, Jelly Bean, giusto per citare le ultime versioni del motore di Google, KitKat deve ancora dimostrare tutto il suo valore.

Eppure sembra avere tutte le carte in regola per affermarsi: pur senza stravolgere il suo ultimo predecessore, Android 4.4 introduce una serie di funzioni che rendono ancora più versatile la piattaforma, migliorando contemporaneamente le prestazioni anche dei device meno dotati dal punto di vista dell’equipaggiamento. E i primi dati forniti dal Google nel suo report mensile sulla distribuzione Android confermano la tendenza: in un solo mese KitKat ha già  conquistato l’1,1% di tutte le installazioni.

Non che il suo arrivo stia rallentando la crescita di Jelly Bean, tutt’altro. Complessivamente le tre “sottoversioni” di Jelly Bean (4.1, 4.2 e 4.3) rappresentano il 54,5% di di tutti i sistemi basati su Android, anche grazie a un aumento di due punti percentuali dei dispositivi con sistema operativo 4.3.

Diffusione android

A perdere terreno sono chiaramente le versioni più datate: Ice Cream Sandwich che cede l’1,2% e Gingerbread che lascia sul terreno il 2,2%. Ma KitKat, con l’arrivo consistente dei nuovi modelli, è destinato a crescere molto rapidamente a scapito di tutti i suoi precedessori.

 

PCProfessionale © riproduzione riservata.