Firefox per Android

Firefox per Android, rinnovamento totale

La nuova versione di Firefox per Android introduce un restyling completo e numerose funzionalità per la produttività, la privacy e la sicurezza.

Mozilla ha annunciato la nuova versione di Firefox per Android. Le numerose novità sono evidenziato al primo avvio del browser: protezione antitracciamento, barra degli indirizzi nella parte inferiore, raccolte, picture-in-picture e nuova sezione per gli add-on. Altre modifiche hanno permesso di incrementare le prestazioni durante la navigazione.

Il nuovo browser è stato denominato Firefox Daylight per evidenziare i numerosi cambiamenti apportati in termini di design e funzionalità (come avvenuto con la versione desktop Firefox Quantum). Le novità estetiche sono immediatamente visibili all’avvio. La barra degli indirizzi è stata spostata nella parte inferiore per facilitare l’uso con gli smartphone di grandi dimensioni, ma è possibile ripristinare la posizione originaria (nella parte superiore).

Mozilla ha inoltre introdotto le Raccolte. Si tratta di “contenitori” che permettono di raggruppare schede, siti e link in base all’argomento, ad esempio durante la pianificazione di un viaggio. Per migliorare la produttività è stato aggiunto il Picture-in-Picture che consente di vedere i video mentre si effettuano altre operazioni.

Gli utenti possono inoltre scegliere il tema chiaro o scuro (manualmente o in base all’ora del giorno) e installare gli add-on suggeriti nella sezione Componenti aggiuntivi (al momento sono nove). Per quanto riguarda invece la privacy e la sicurezza, il nuovo Firefox per Android offre la Enhanced Tracking Protection (Protezione antitracciamento avanzata) con tre opzioni: Normale, Restrittiva e Personalizzata. Il Private Mode (Navigazione anonima) è facilmente attivabile toccando l’icona della mascherina nell’angolo superiore destro della schermata home.

Firefox per Android è ora basato sul motore di rendering GeckoView che velocizza il caricamento delle pagine fino al 10% rispetto alla precedente versione. Mozilla sottolinea la sua indipendenza da Blink, il motore di rendering utilizzato da Chrome, Edge e Brave.

PCProfessionale © riproduzione riservata.