Google Messaggi

Google Messaggi supporta le reazioni rapide

La nuova versione di Google Messaggi supporta le reazioni rapide, suggerisce gli sticker e permette di modificare le foto prima dell'invio.

Google Messaggi, nata originariamente come app per gli SMS, è diventata ormai una diretta concorrente delle varie app di messaggistica, considerata anche la sua crescente popolarità (oltre un miliardo di download dal Play Store). L’azienda di Mountain View ha ora annunciato cinque nuove funzionalità che migliorano l’esperienza d’uso, tra cui il supporto per le reazioni rapide simili a quelle disponibili su Facebook.

Le novità possono essere sfruttate se vengono attivate le funzionalità di chat nelle impostazioni. Quando l’utente riceve un messaggio, una foto o un video è possibile esprimere la propria emozione attraverso le reazioni rapide, ovvero emoji animate. Tenendo premuto il dito sul messaggio vengono mostrate sette espressioni nella parte superiore: mi piace, non mi piace, amore, risata, sorpresa, rabbia e tristezza.

Una delle funzionalità più avanzate è Smart Reply (risposta rapida) che suggerisce la risposta più adattata al contesto. Ora Google Messaggi suggerisce anche gli sticker. Al momento è supportata solo la lingua inglese.

La nuova versione include inoltre un editor base per le foto (scattate con la fotocamera in-app o caricate dalla galleria). È possibile aggiungere un testo o disegnare usando pennelli di varie forme e colori.

Google ha semplificato l’invio di messaggi vocali, aggiungendo un pulsante dedicato con il simbolo del microfono (come su WhatsApp). È stato infine aggiunto un pulsante (nell’angolo superiore destro) per avviare velocemente una videochiamata con Google Duo.

Tutte le funzionalità sono disponibili con l’ultima versione di Google Messaggi che può essere scaricata dal Google Play Store. Al momento non sono ancora arrivate in Italia.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.