Honor 9

Arriva Honor 9: prime impressioni

A distanza di un anno dalla presentazione del fortunato Honor 8 arriva il suo naturale successore: l’Honor 9 è stato annunciato a Berlino il 27 giugno e rappresenta una consistente evoluzione del “vecchio” modello. Anzi, si può dire che, considerate le caratteristiche, rischia di diventare un concorrente persino del P10, il modello top di Huawei che costa 679 euro.

L’Honor 9 ha un prezzo di lancio di 449 Euro e per caratteristiche tecniche assomiglia parecchio all’Honor 8 Pro, a parte lo schermo che è più piccolo. Misura 5,15″, un ottimo compromesso tra maneggevolezza e comodità  d’uso, e ha una risoluzione Full Hd. I colori sono molto brillanti, forse fin troppo saturi e poco aderenti alla realtà ; buona anche la massima luminosità  raggiungibile.

Honor 9

Il design non è cambiato molto rispetto al passato; la cura costruttiva è esemplare ma l’aspetto non è particolarmente originale. Tutto nuovo il telaio, realizzato in vetro a 15 strati con un profilo laterale in alluminio. La superficie è molto riflettente e crea dei particolari giochi di luce. È meno scivoloso rispetto al passato ma una cover ci sembra comunque altamente raccomandabile, anche perché le impronte digitali restano ben visibili.

Ridotto lo spessore (7,5mm ), mentre il peso è di 155 grammi. Honor 9 resta uno smartphone leggero e maneggevole, non troppo ingombrante, che trova benissimo posto nella tasca dei pantaloni (e d’estate questo è un bel vantaggio). Purtroppo non è impermeabile, come d’altronde non lo è il P10. Il sensore delle impronte digitali non è più sul retro: ora si trova integrato sul frontale.

 

Honor 9

All’interno c’è l’ormai collaudato processore Kirin 960 a otto core (4 a 2,4 GHz, altri 4 a 1,8 Ghz), affiancato da 4 Gbyte di Ram e 64 Gbyte di storage interno. È prevista in futuro anche una versione con 6 GB. Con una dotazione simile, e grazie all’efficienza dell’interfaccia Emui 5.1, l’utilizzo dell’Honor 8 è un piacere, con le app che si aprono istantaneamente e con un passaggio molto veloce tra quelle aperte in background. Tra le novità  c’è il modulo a infrarossi per usare il telefono come telecomando universale. Da segnalare anche la rete Wi-Fi 802.11ac dual band, Nfc, Bluetooth 4.2 e la moderna porta Usb type C.

Ricordiamo che anche l’Honor 9 è dual Sim, uno dei pochi smartphone davvero evoluti  con questa possibilità . La batteria è da 3.200 mAh, un valore che dovrebbe permettere di arrivare fino a sera senza problemi su un telefono del genere.

Honor 9

 

La doppia fotocamera posteriore è stata migliorata: ora troviamo una coppia di sensori da 20+12 Mpixel, monocromatico e a colori, con obiettivo F/2.2. C’è una funzione di zoom ibrido 2x che sembra funzionare molto bene, sicuramente meglio di uno zoom 2x digitale. Rispetto al P10 qui manca l’utilissimo stabilizzatore ottico, che aiuta parecchio quando la luce è poca e i tempi di scatto si allungano. C’è la modalità  Pro,si possono scattare foto in formato Raw ma solo a colori, non in bianco e nero. La qualità  ci sembra comunque ottima, decisamente superiore rispetto a quella ottenibile dall’Honor 8.

L’Honor 9 guadagna dei colori nuovi: oltre al blu c’è anche il nero e un grigio molto elegante. In dotazione c’è un alimentatore da 5V-9V che permette la ricarica rapida.

Fino al 26 luglio 2016 è possibile ottenere un rimborso di 50 euro sull’acquisto di Honor 9 semplicemente comunicando il codice Imei di un vecchio telefono Honor.
Inoltre, per il lancio sullo store Vmall viene dato in regalo il nuovo smartband Honor Band 3, che ha un valore commerciale di 69 euro.

PCProfessionale © riproduzione riservata.