contactless

Carte Contactless, ottimizza il tuo pagamento

Tempi moderni, tempi di contactless. Ai giorni d’oggi si ha la comodità di effettuare pagamenti in maniera facilissima, avvicinando cioè la propria carta al Pos senza dover inserire la stessa nell’apposita fessura o consegnarla al commerciante di turno. Questo tipo di transazioni vedono un aumento esponenziale, dall’acquisto di ogni genere come abbiamo accennato fino a quello dei biglietti per il trasporto all’interno di moltissime città. Insomma una vera e propria rivoluzione che vede la tecnologia recitare un ruolo di assoluta importanza e che facilita le attività di chi vende il prodotto e di chi lo acquista.

Le carte contactless, che letteralmente significa “senza contatto”, hanno in dotazione una targhetta elettronica che contiene diverse informazioni. Quante volte abbiamo sentito la famosa frase del commerciante: “Non c’è bisogno di inserire la carta, la può semplicemente appoggiare”: ci siamo mai chiesti in realtà come mai si è arrivati a questi punto così importante, oseremmo di dire di svolta in fatto di pagamenti ed acquisti?


Le carte che ne hanno la possibilità sono di credito, di debito, prepagate e bancomat.

Innanzitutto possiamo partire da ciò che vediamo abbastanza facilmente infatti il simbolo per riconoscere questo tipo di carta è costituito dalle inconfondibili tre onde bianche crescenti verso la destra, simbolo che troviamo in molti servizi commerciali a significare appunto la possibilità di pagare con questa modalità. Ti è mai capitato di pagare contactless? Va detto che ormai la maggior parte delle carte in circolazione danno la possibilità di effettuare pagamenti in questa modalità, le carte poi possono essere di credito ma anche di debito, bancomat e le prepagate. Insomma tutti hanno la possibilità di facilitare il momento del pagamento, avvicinando la carta al Pos, tenerla sempre in mano e non avere la necessità di inserirla o consegnarla.

Ma qual è il punto di vista dei commercianti?

Fin qui abbiamo approfondito il punto di vista del cliente che vede la modalità molto facile e veloce. Allo stesso tempo però bisogna prendere in considerazione anche il punto di vista dell’altra componente, quella inerente al commerciante che “riceve” il pagamento conctact: una buona percentuale possiede il Pos ma il numero cala quando si tratta di Pos modalità contactless, conseguenza dei costi per il comodato d’uso e del canone mensile. Questo è un aspetto da non sottovalutare, la categoria chiede maggiori agevolazioni per poter sposare in toto questa nuova forma digitale della quale ormai non si può fare a meno.

Così c’è qualche azienda che offre soluzioni vantaggiose per ascoltare le esigenze dei commercianti mettendo sul piatto idee concrete per una situazione che possa portare vantaggi alle varie componenti come l’eliminazione dei costi fissi e la commissione unica per tutte le tipologie di carta, contact comprese. Non mancano i dubbi certo ma anche loro ne riconoscono i vantaggi e l’efficacia.

Oltre alle carte ci sono altre modalità di pagamento contactless: lo smartphone.


Uno degli aspetti, oltre a quelli legati ai costi, è senza dubbio quello della sicurezza. Come avete avuto modo di vedere in diverse occasioni non c’è bisogno nemmeno di inserire il pin, tuttavia i livelli di sicurezza sono davvero alti, vedi transazione registrata solo una volta senza doppio addebito e così via: ecco allora che i livelli di sicurezza sono fondamentali per la fiducia delle persone per questo tipo di carte e di pagamento.

La modalità contactless non appartiene solo alle carte ma anche a cellulari, in molti infatti effettuano pagamenti tramite il loro smartphone. Insomma un mondo nuovo, anche se non troppo, in cui si sposano tecnologia e commercio, a vantaggio di chi vende e di chi acquista. I numeri in questo senso fanno capire la vera e propria rivoluzione digitale che stiamo vivendo: circa 15 milioni sono i pagamenti effettuati tramite gli smartphone, la crescita delle transazioni ha visto un incremento del 650% (sì, avete letto bene!) ed infine sono stati 80 i miliardi di transazioni contactless.

Una nuova forma di…esperienza.

È fuor di dubbio che questa nuova forma di pagamento, quella appunto del contactless, abbia cambiato radicalmente le abitudini di moltissime persone in fase di acquisto. Andando più nello specifico possiamo puntare le nostre attenzioni su alcuni studi che stanno facendo emergere un dato incontrovertibile: acquistiamo meno prodotti ed investiamo di più nei servizi. Ma che cosa significa tutto ciò? Si parla infatti di “economy experience” una vera e propria esperienza dell’economia, i cittadini cioè sembra che stiano puntando molto a quei settori, tanti a dire la verità, che offrono servizi. Ci sono dei settori in cui il pagamento digitale si fa maggiormente largo e sono i trasporti pubblici/privati, i bar, la ristorazione senza però tralasciare aspetti sempre importanti come cultura ed arte. Una vera e propria esperienza ex novo. Ottimizza allora i tuoi tempi, evita le lunghe file dell’acquisto classico, cambia il tuo modo di comprare e presenta la tua carta contactless.

Nessun Articolo da visualizzare