commissione-ue-ebook-misure-iva

Commissione UE: nuove misure a sostegno degli e-book

La Commissione Europea si è espressa in questi ultimi giorni a favore di una serie di norme per semplificare la gestione dell’IVA, focalizzando peraltro la sua attenzione sul mondo degli e-book, facendo propria una riforma dedicata ai libri digitali che ricalca quanto è già  in vigore nel nostro paese da un paio di anni, vale a dire, un’aliquota speciale equiparabile a quella dei libri cartacei.

Al momento, sulla questione non si sono ancora espressi il Parlamento né il Consiglio Europeo (ed è proprio qui che si gioca la partita più dura circa l’approvazione di queste nuove regole), tuttavia, questa decisione della Commissione convalida essenzialmente l’idea che un libro resti sempre tale, che sia proposto su carta stampata come del resto in forma di file.

In sostanza, le nuove regole per la semplificazione dell’IVA consentono ai singoli stati membri di adottare delle aliquote ridotte per quanto riguarda l’imposizione delle pubblicazioni in formato digitale: una volta approvate, i paesi potranno quindi decidere di diminuire l’imposta sul valore aggiunto sugli e-book, equiparandola a quella prescelta per i libri cartacei.

Le nuove norme, comunque, non prevedono alcun obbligo in questo senso: la scelta può essere compiuta liberamente dai singoli paesi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.