crittografia end-to-end whatsapp cos è come funziona

Cos’è e come funziona la crittografia end-to-end di WhatsApp

Come funziona la crittografia end-to-end di WhatsApp e che cos’è: i vostri messaggi sono al sicuro, sempre

Negli ultimi giorni, visti i recenti aggiornamenti della policy sulla privacy di WhatsApp, molti utenti si sono spaventati, per paura che qualcuno potesse avere accesso ai loro messaggi. Tuttavia WhatsApp, dopo aver rimandato la scadenza per accettare i nuovi termini, ha specificato che non è così, perché la crittografia end-to-end protegge i messaggi di tutti gli utenti dell’app. Ecco di cosa si tratta e come funziona.

Continueremo a proteggere le tue conversazioni personali con la crittografia end-to-end. Grazie a questa misura di sicurezza, né WhatsApp né Facebook possono vedere i tuoi messaggi privati. Ed è per questo motivo che non teniamo traccia delle persone che chiami o a cui invii messaggi. WhatsApp non può nemmeno vedere la posizione da te condivisa e non condivide i tuoi contatti con Facebook. Questo è il messaggio di WhatsApp, che negli anni ha contribuito alla diffusione della crittografia end-to-end a livello mondiale e continua a impegnarsi per difendere questa tecnologia orientata alla sicurezza sia oggi che in futuro.

Ma che cos’è a crittografia end-to-end (E2EE)? Il significato della parola vuol dire letteralmente da un estremo all’altro. Si tratta di un sistema di comunicazione cifrata che permette solo alle persone che stanno comunicando tra loro di leggere i messaggi. Questa infatti evita che terze parti e i gestori delle reti di telecomunicazione, possano leggere o alterare i messaggi scambiati. Messaggi, foto, video, messaggi vocali, documenti, aggiornamenti e chiamate non cadranno nelle mani sbagliate.

La crittografia end-to-end di WhatsApp si applica quando si avvia una chat con un contatto tramite WhatsApp Messenger. Come già detto, questa garantisce che solo l’utente e la persona con cui si comunica possano leggere o ascoltare ciò che viene inviato, e nessun altro, nemmeno WhatsApp. Questo perché con la crittografia end-to-end, i messaggi sono protetti da un lucchetto, e tutto avviene automaticamente.

Come funziona la crittografia end-to-end di WhatsApp

Ecco come funziona la crittografia end-to-end, spiegata sul sito di WhatsApp:

La sicurezza è essenziale per il servizio che fornisce WhatsApp. Abbiamo assistito a diversi casi in cui degli hacker hanno ottenuto illegalmente grandi quantità di dati privati e hanno abusato della tecnologia per danneggiare le persone usando le informazioni personali rubate. Da quando è stata completata l’implementazione della crittografia end-to-end nel 2016, la sicurezza digitale è diventata ancora più importante.

WhatsApp non può in alcun modo vedere il contenuto dei messaggi o ascoltare le chiamate quando sono crittografati end-to-end. Questo perché la crittografia e la decrittazione dei messaggi inviati e ricevuti su WhatsApp avvengono interamente sul dispositivo. Prima ancora di lasciare il tuo dispositivo, un messaggio viene protetto da un lucchetto crittografico e solo il destinatario del messaggio ne ha le chiavi. Inoltre, le chiavi cambiano a ogni singolo messaggio inviato. Mentre tutto questo accade dietro le quinte, puoi verificare che le tue conversazioni siano protette controllando il codice di verifica sul tuo dispositivo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.