News

Da Dell il primo monitor con Display Port?

Davide Piumetti | 13 Novembre 2007

Dell ha in programma di presentare un nuovo monitor da 30 pollici caratterizzato da un’ampissima gamma di connessioni audio e […]

Dell ha in programma di presentare un nuovo monitor da 30 pollici caratterizzato da un’ampissima gamma di connessioni audio e video. La novità  più importante è sicuramente rapprsentata dal connettore DisplayPort, standard video di prossima generazione.

Il monitor, il cui nome dovrebbe essere 3008WFP rappresenta l’evoluzione naturale del modello 3007WFP e introdurrebbe altre notevoli migliorie nelle caratteristiche tecniche. La risoluzione nativa sarà  di 2.560 x 1.600, ormai uno standard per modelli di queste dimensioni, mentre sarebbe una novità  la possibilità  di utilizzo in modalità  Pivot, ovvero ruotando lo schermo di 90° rispetto al piano di lavoro.

Dell 3008WFP

Alla già  citata connessione Display Port se ne aggiungono molte altre, come mostrato nell’immagine qui sopra e che andiamo a elencare:

  1. Connettore di alimentazione
  2. Connettore ausiliario
  3. Uscite audio canali laterali (audio trasportato da Hdmi)
  4. Uscita audio canale centrale (audio trasportato da Hdmi)
  5. Ingresso Vga
  6. Ingresso component
  7. Ingresso Display Port
  8. Ingresso Hdmi
  9. Ingressi Dvi
  10. Ingresso videocomposito
  11. Ingresso S-Video
  12. Ingresso Usb
  13. Uscite Usb

 

Dell sembra dunque anticipare il mercato, con l’Hdmi ancora poco diffuso e nessuna scheda grafica o lettore video che disponga del DisplayPort, questa è davvero una scelta corretta?

Twitter dà la possibilità di scegliere quali tweet mostrare

News

Twitter dà la possibilità di scegliere quali tweet mostrare

Andrea Sanna | 25 Gennaio 2023

Twitter

Dopo poche settimane dall’aggiornamento Twitter ha deciso di dare ai propri utenti la possibilità di scegliere i tweet da mostrare

Due settimane sono bastate affinché Twitter facesse passi indietro riguardo una scelta che, fin da subito, ha fatto discutere (e non poco) i propri utenti. E no, non parliamo dell’abbonamento Blue o delle visualizzazioni ai post, ma della nuova organizzazione dei feed che ha reso centrale il tab dei “Per te” rispetto a quello dei “Seguiti”.

Tale aggiornamento di Twitter non è stato per niente apprezzato dalla community, che fin da subito ha espresso non poche lamentele e perplessità. I più, infatti, hanno richiesto all’app di fare dei passi indietro. A quanto pare il noto social network ha voluto in parte accontentare questa richiesta. In che modo?

Stando a quanto si apprende Twitter sembra aver deciso di abbandonare l’impostazione del tab “Per te” così come quello di default. Ora saranno gli utenti a decidere cosa vedere. A partire dalla versione web della piattaforma. Ma come fare? Ve lo spieghiamo in pochi semplici passi. Non è necessario accedere nella sezione impostazioni, ma basta semplicemente cliccare sul feed che si vuole utilizzare, quindi “Per te” o “Seguiti”, chiudere il tab e riavviare. Ed il gioco è fatto!

In questo modo quando riaprirete la pagina Twitter vi ritroverete i “Per te” se avete selezionato questi in precedenza, oppure solo ed esclusivamente i “Seguiti”. Tutto in base alle vostre preferenze ed esigenze, come giusto che sia. Tale possibilità, quindi, in qualche modo fronteggia il problema che tanto ha infastidito molti utenti in queste ultime settimane.

Spesso abbiamo letto, infatti, i membri di Twitter non capire come fare per poter vedere solo le persone seguite, anziché i tweet più virali o comunque quelli proposti dall’app nella sezione “Per te”.

A oggi questa funzionalità è presente solo ed esclusivamente nella versione web. Sappiate che l’azienda si sta occupando anche di Android e iOS e spesso tutti potranno usufruire di tale possibilità.

Instagram interviene su spam e bot sempre più frequenti

News

Spam e bot sempre più frequenti: Instagram interviene

Andrea Sanna | 25 Gennaio 2023

Instagram

Sono sempre più frequenti spam e bot sul noto social, Instagram. Di questo ne ha parlato anche il CEO Adam Mosseri.

Da tempo ormai Instagram sta fronteggiando un enorme difficoltà che via via si manifesta sempre più frequentemente: la presenza di spam e bot. Problema che tocca non solo i big account di creator più o meno famosi, ma anche i semplici utenti.

Spesso ci si ritrova commenti, like e visualizzazioni di storie da utenti sospetti. Come detto Instagram sta lavorando duramente per dare un social sempre più sicuro per i propri utenti. A riguardo nelle scorse ore ne ha parlato anche il CEO Adam Mosseri. Quest’ultimo ha affronta l’argomento spam sulla piattaforma e a proposito ha detto:

“Abbiamo sicuramente spam e bot su Instagram. Stiamo facendo del nostro meglio per ridurlo. Sono particolarmente preoccupato per i commenti in questo momento”, ha detto a riguardo.

Come dicevamo, infatti, andando a sbirciare gli account di famosi influencer o comunque pagine Instagram con un numero di account elevato, ci ritroviamo davanti a dei commenti che si ripetono con frequenza. Per quanto i content creator provino a segnalare oppure eliminarli, purtroppo tale grattacapo si ripresenta. C’è stato un periodo in cui sembrava si fosse tutto risolto, ma ultimamente si sta verificando in modo davvero preoccupante.

Qui di seguito le altre dichiarazioni da parte di Mosseri, CEO di Instagram: “È qualcosa che stiamo effettivamente esaminando attivamente e speriamo di migliorare nel corso dell’anno. Ho notato un aumento dello spam e degli account bot che apprezzano le mie storie, il che, almeno per me, è più fastidioso dei commenti fasulli.”

Non è escluso, quindi, che con i prossimi aggiornamenti su Instagram ci sia finalmente la possibilità di poter risolvere tale complicanza. Dalle parole del CEO Adam Mosseri non è escluso un nuovo immediato intervento da parte della piattaforma. Infine ricordiamo che, sempre nel corso del suo intervento, ha parlato anche dell’importanza dei video sul social network.

Instagram, il CEO ammette l'importanza dei video sul social

News

Il CEO di Instagram ammette l’importanza dei video sul social

Andrea Sanna | 25 Gennaio 2023

Instagram

Adam Mosseri, CEO di Instagram ammette l’importanza dei video presenti sul social network e svela il suo pensiero

Instagram negli ultimi anni ha dato via via sempre più importanza ai video, a partire dai reel. Di recente anche il CEO della piattaforma, Adam Mosseri, ha ammesso che il noto social effettivamente abbia spostato la sua attenzione su quel tipo di contenuti, rispetto a quelli fotografici, come è stato invece inizialmente.

Dopo l’acquisizione di Meta, però, anche Instagram ha subito dei cambiamenti importanti e per fronteggiare al meglio sui competitor (su tutti TikTok) ha pensato bene di dare più importanza ai video. Un qualcosa che ha fatto storcere il naso ad alcuni utenti, specie quando si parlava di modifiche, poi annullate da Instagram, riguardo un design sempre più vicino all’applicazione rivale.

Il CEO ha quindi fatto sapere di voler ristabilire un certo tipo di equilibrio tra i contenuti da mostrare ai propri utenti. Adam Mosseri ha tranquillizzato tutti e ha sottolineando come Instagram dia ancora molto importanza alle fotografia. Queste le sue parole a riguardo, che vi riportiamo qui di seguito:

“Faranno sempre parte del social e saranno sempre importanti. Penso che nel 2022 ci siamo concentrati troppo sui video e abbiamo spinto troppo in là la classifica e sostanzialmente abbiamo mostrato troppi video e non abbastanza foto”. Per poi aggiungere: “E ci saranno sempre persone che amano e sono interessate a trovare foto su Instagram e altrove. E voglio assicurarmi che siamo molto chiari su questo”.

Fatta questa importante premessa, comunque, Instagram è un social intenzionato a investire ancora sui contenuti video, perché hanno maggiormente coinvolto il pubblico.

Intanto nel corso di questa settimana, sempre Instagram, ha annunciato nuove funzionalità. Tra esse ricordiamo, per esempio, la modalità silenziosa. Oppure il poter contrassegnare i post perché poco interessanti, o ancora poter creare i post con il solo testo. Insomma tante nuove opzioni per l’applicazione che non resta sicuramente a guardare.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.