Dal Belgio un chip anti-radiazioni per cellulare

Le radiazioni emesse dai cellulari fanno male oppure no? Che i telefonini provochino un forte campo elettromagnetico proprio all’altezza del cervello, con un aumento di uno o due gradi della temperatura dell’encefalo, è un fatto. Ma le reali ripercussioni sulla salute, come un aumento dell’insorgenza di tumori, non sono ancora state dimostrate.

L'E-Waves Phone Chip di Omega PharmaMentre la comunità  scientifica e l’opinione pubblica si interrogano sui potenziali danni per la salute, Omega Pharma, un’azienda belga, ha sviluppato un chip in grado di neutralizzare le radiazioni elettromagnetiche emesse dai telefonini. L’uso dell’E-Waves Phone Chip, stando ai test effettuati, ridurrebbe l’insorgenza di mal di testa e la perdita di concentrazione associati a un uso intenso del cellulare, oltre a contrastare il riscaldamento del corpo prodotto dai segnali elettromagnetici. Marc Coucke, CEO dell’azienda, non ha dubbi: i danni causati dai telefonini sono paragonabili a quelli provocati dalla dipendenza da nicotina.

Al momento non sono stati resi noti dettagli tecnici né sul chip né sul suo impiego pratico, ma l’E-Waves Phone Chip sarà  in vendita dal 10 dicembre al prezzo di 38,95 euro nelle farmacie belghe, e presto anche in altri paesi europei. E a partire dal 2009 anche negli Stati Uniti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.