Elevato contenuto tecnologico nelle nuove compatte di Panasonic

Come già  osservato per altri produttori, anche per il colosso giapponese l’inizio dell’anno è foriero di numerose novità .

panasonic-dmc.jpg 

In questo caso andiamo ad osservare le nuove proposte nel segmento delle compatte, dove si evidenziano le cugine FS6 e FS7, la grandangolare FS18 ed infine l’evoluzione della LS80, vale a dire la LS85. Si tratta di quattro prodotti dal posizionamento piuttosto alto: la LS85 è l’unica a non implementare un’ottica a marchio Leica, ma non per questo è una fotocamera economica, visto che si avvale di un doppio stabilizzatore d’immagine (hardware e software), implementa la recente tecnologia proprietaria iA (intelligent Auto), mentre lo zoom offre escursione focale 33-132mm equivalenti e la risoluzione supera gli 8 Mpixel. Ancor più evolute le caratteristiche della FS18, dove spicca la lente Leica 5X (29-145mm equivalenti) ulteriormente impreziosita dal dispositivo anti-shake Mega O.I.S. Questo dispositivo si è affinato ed ora è in grado di riconoscere i movimenti volontari come il panning da quelli involontari. Naturalmente anche qui troviamo le sofisticate tecnologie del marchio, dove spicca il sistema autofocus in grado di operare in modo tracking nonché la consolidata funzionalità  face-detection. La risoluzione supera i 12 Mpixel ed implementa anche un modo di cattura confezionato su misura per i pannelli ad alta definizione (1.920×1.080). Concludiamo con le serie FS6 e FS7 che riprendono le linee guida dei modelli sopra descritti. Gli elementi di distinzione più importanti tra le due fotocamere sono riconducibili alla risoluzione ed agli scatti a raffica. La FS7 è la più performante, dato che offre 10 Mpixel di risoluzione contro gli 8 della FS6, mentre in modo burst può scattare in sequenza sino a 6 fps (5,5 per la FS6) sino ad esaurimento della scheda di memoria. Anche qui troviamo una lente zoom 4X (33-132mm equivalenti) a marchio Leica, un doppio stabilizzatore hardware (Mega O.I.S.) e software (Intelligent ISO Control) ed un nutrito arsenale di funzionalità  evolute, coordinate dal core proprietario Venus Engine IV.
Per informazioni consultate il sito internazionale di Panasonic a quest’indirizzo.

Nessun Articolo da visualizzare