Fastweb cede due rami d’azienda ad Huawei e Visiant

Fastweb annuncia di aver trovato un accordo con i sindacati per la cessione di due rami d’azienda e di 700 lavoratori alla cinese Huawei e all’italiana Visiant. A quest’ultima andranno le attività  di call center mentre ad Huawei i servizi sulla rete. La cessione prevede un contratto d’appalto con Huawei e Visiant rispettivamente di 5 e 7 anni.

Visiant Contact ha costituito appositamente una nuova società , Visiant Next, per farsi carico del ramo d’azienda (sul web era circolata la voce che il gruppo Visiant fosse prossimo al fallimento) e si è impegnata per avviare una fusione  con  la nuova entità  allo scadere del contratto in modo che i lavoratori non siano esposti a pericoli occupazionali per eventuale cessazione dell’attività  appaltata da parte di Fastweb.

La notizia che Fastweb, oggi controllata da Swiss, Com fosse intenzionata a cedere le attività  del customer care era già  circolata un mese fa, con il conseguente allarme per la perdita di posti di lavoro di circa 250 persone solo a Catania. Il ramo Cusotmer Care & Customer Base Management di Fastweb impiega in tutto 600 dipendenti sparsi tra le sedi di Bologna, Catania, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino.

Iil  ramo destinato al gruppo cinese delle telecomunicazioni Huawei, “Field network & creations & operations” e “Network integration”  è invece composto da 100 lavoratori  sparsi tra le sedi di Bari, Bologna, Catania, Genova, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma, Sesto Fiorentino, Torino. In base agli accordi tutti i dipendenti saranno ricollocati in sedi non distanti più di 15 Km dai precedenti posti di lavoro.

Nessun Articolo da visualizzare