google-car-feature-riconoscimento-auto-polizia

Google Car ora riconosce anche le auto della polizia

Ancora una volta, la società  di Mountain View – con la sua Google Car – si rende protagonista dell’innovazione nel campo dell’automotive. Questa volta, l’azienda di Sundar Pichai ha depositato la richiesta per l’ottenimento di un brevetto relativamente ad un sistema di riconoscimento delle automobili della polizia, una soluzione che contribuisce ad avvicinare ancor di più l’arrivo delle auto a guida autonoma sulle strade.

La soluzione tecnologica realizzata dagli ingegneri della società  californiana, non solo permette di individuare le automobili delle forze dell’ordine, ma consentirebbe alle Google Car anche di accostare per consentire al conducente di interagire correttamente con la polizia. Ciò sarebbe possibile grazie alla capacità  di riconoscere i lampeggianti presenti sul tetto dei veicoli dei tutori dell’ordine.

La tecnologia sviluppata da Big G – e oggetto della richiesta di brevetto – sarebbe quindi in grado di distinguere la presenza di automobili dotate di luci lampeggianti rosse e blu (disposte in modo orizzontale), vale a dire, lo standard adottato negli USA per questi veicoli: in questo modo, le Google Car sarebbero in grado di non costituire un pericolo anche nel caso di inseguimenti ad alta velocità , sistemandosi a bordo strada.

Alla luce di questa innovazione, c’è da pensare che gli ingegneri della società  di Mountain View possano ora mettersi al lavoro per sviluppare un sistema dedicato al riconoscimento di altri veicoli (come per esempio quelli per le emergenze sanitarie o dei vigili del fuoco).

Nessun Articolo da visualizzare