AMD Phenom è il giorno del debutto

PhenomOggi debuttano ufficilamente i processori AMD Phenom, attesi da tempo dagli appassionati per cercare di riguadagnare il terreno perso nei confronti di Intel nell’ultimo anno.

Sono (o meglio erano) tre i modelli attesi per oggi. Delle tre versioni: Phenom 9700, 9600 e 9500 solamente le ultime due prenderanno per il momento posto sugli scaffali.

E’ infatti stato rimandato il modello 9700, che sarebbe dovuto essere il top di gamma attuale, per un bug scoperto all’ultimo minuto. In certi particolari casi il processore potrebbe infatti sbagliare delle operazioni, in maniera simile a quanto accadeva un decennio (abbondante) fa con il Pentium 60.

Le due versioni restanti sono caratterizzate da una frequenza di 2,2 GHz e 2,3 GHz, ognuna dotata di quattro core in un unico die, 4×512 Kbyte di cache L2 e 2 Mbyte di cache L3.

Le prestazioni di questi nuovi processori dovrebbero avvicinarsi in molti ambiti a quelle della cpu Intel Q6600.

Se gli appassionati speravo in qualcosa di più dobbiamo comunque ricordare come AMD non ritenga i Phenom 9500 e 9600 dei modelli di punta, rimandando la sfida al vertice con Intel all’inizio del prossimo anno.

I prezzi confermano questa strategia, sul mercato si parla infatti di cifre di poco superiori a 200€ per entrambe i modelli Phenom 9600 e 9500. Questo renderebbe AMD la prima azienda a proporre cpu quad core al di sotto dei 200€. il miglior modello Intel (in una classifica di questo tipo) è per ora il Q6600, proposto a 266€.

Nelle prossime settimane qui in laboratorio faremo qualche test sulle nuove cpu, e inizieremo a valutarne nel complesso la nuova architettura AMD.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

6 Commenti

  1. I Phenom sono socket AM2+, compatibili con molte schede madri dotate del socket AM2.
    Per esserne sicuri è però bene cercare sul sito del produttore (della scheda madre) e verificare direttamente se è garantito il supporto.

  2. Il discorso in questo caso è complesso…
    Partiamo dal presupposto che ogni azienda cerca di sfruttare al meglio le risorse a propria disposizione, evitando sprechi inutili.
    Intel, per ora, nelle cpu quad core utilizza due distinti dual core affiancati, collegati tramite un bus all’interno del processore.
    Dopo più di un anno di produzione a 65 nm delle cpu Core 2 Duo Intel ha di fatto raggiunto rese produttive stupefacenti, le migliori degli ultimi anni.
    Questo significa che Intel produce lo stesso processore dual core in quantità spropositate, e in base alle richieste di mercato li “blocca” a una determinata frequenza operativa e li vende di conseguenza.
    Per i processori quad core utilizza due chip così creati, con ridottissimi problemi di resa produttiva.

    La politica AMD per il quad core è diversa, da subito l’azienda si è concentrata su un die (il nucleo di silicio del processore) monolitico (cioè quattro core nello stesso pezzo). In questo caso, con il progetto ai suoi inizi molti processori hanno qualche difetto, e invece di essere buttati viene bloccato uno dei core non funzionante e venduti come X3.

    Questa pratica è comunque più comune di quanto si pensi, probabilmente uno dei casi più noti era quello delle schede ATI 9500 Pro e 9700 Pro dotate dello stesso identico chip ma bloccato per metà nella versione inferiore.
    In quel caso il blocco era solo software e addirittura con dei driver modificati si poteva ottenere una scheda di fascia superiore spendendo la metà.

    I tri core AMD arriveranno probabilmente a gennaio-febbraio.

  3. Ciao Davide ho trovato la risposta ai Triple core su http://www.tomshw.it

    cito:
    …”Il lato negativo dell’approccio a “die singolo” per un quad-core è il grosso rischio di problemi nella produzione e quindi di una resa contenuta. Se uno dei core dovesse non funzionare correttamente, l’intera CPU quad-core diventerebbe inutilizzabile. AMD ha trovato una soluzione: se un core non funziona, viene disattivato, e il processore viene venduto come “modello a tre core”. Durante un’intervista a Varsavia, AMD ha ufficialmente confermato che i modelli a tre core saranno dei quad-core con un core disattivato. Chiaramente, tutto ciò andrà a vantaggio del consumatore. Mentre Intel impiega i processori con un core non funzionante nel settore notebook, poiché la linea desktop non include CPU Core 2 a singolo core, AMD offrirà la possibilità agli utenti di acquistare una CPU tri-core economica. Tuttavia, non è ancora chiaro quando i Phenom X3 compariranno sul mercato.”…

    Puzza di gremo comunque 😉
    Buonaserata
    dzrzrd

  4. Buonasera Davide,

    non ricordo dove avevo visto un AMD Triple core che sarebbe dovuto uscire prima di Phenom. Mi sono perso qualcosa o i Tripe core di AMD non sono mai usciti? Mi par anche di capire che gli X2 con scheda madre per l’alloggiamento di due core separati, sia stato un bel buco nell’acqua…

    Per quanto mi riguarda, viste le performance eccezionali di un Q6850 credo che AMD abbia fatto ancora un buco nell’acqua.

    Quando uscirà Phenryn, i prezzi dei recenti Core2Quad di Intel saranno già scesi tutti e, mentre AMD dovrà ancora pensarci sopra bene prima di tagliarli e annunciare la nuova tecnologia, un utente che pensa a spender bene i soldi guarda più a un Q6850 piuttosto che ad un 9700, anche perché un Q6850 si puo installare su schede madri con shocket 775 senza imporre un cambio drastico della MB.

    Buona serata
    dzrzrd

Comments are closed.