CPU

AMD Ryzen 5 3400G: versatile per computer compatti

Michele Braga | 19 Dicembre 2019

AMD Cpu Gpu

Il processore Ryzen 5 3400G, abbinato a una buona scheda madre e a un disco Ssd, è perfetto per una […]

Il processore Ryzen 5 3400G, abbinato a una buona scheda madre e a un disco Ssd, è perfetto per una piattaforma economica di fascia media.

Il Ryzen 5 3400G è il modello top di gamma della linea di processori AMD con grafica integrata. Questa tipologia di processori desktop sono la soluzione ideale per chi desidera un computer di dimensioni compatte. In questo segmento di mercato sono presenti sia AMD che Intel, ma AMD con le proprie Apu (Application Processing Unit) è in grado di offrire prestazioni grafiche ben superiori a quelle della concorrenza. AMD ha investito molto sul progetto Apu e sebbene rispetto al passato abbia rallentato il ritmo e ridotto l’offerta, dispone ancora della piattaforma con il miglior rapporto tra prestazioni e prezzo e con le migliori performance in campo grafico.

I processori Ryzen con grafica integrata si evolvono su un binario parallelo a quello delle Cpu standard per la piattaforma desktop. Le Apu fondono in un solo prodotto i traguardi raggiunti con l’evoluzione tecnologica nei settori delle Cpu e delle Gpu, ma questo risultato è conseguito con circa un anno di disallineamento rispetto alle soluzioni Cpu e Gpu pure. Purtroppo AMD ha scelto una strada ambigua per la definizione dei nomi: l’architettura del modulo Cpu impiegata nei Ryzen con grafica integrata è infatti di una generazione precedente rispetto a quella impiegata nei processori Ryzen puri appartenenti alla medesima serie.

Il Ryzen 5 3400G, quindi, pur appartenendo alla serie 3000 non implementa l’architettura Zen 2 utilizzata sui Ryzen di ultima generazione, bensì quella Zen+ che lo scorso anno ha debuttato sulle Cpu Ryzen della serie 2000. Il discorso è differente per quanto riguarda il comparto grafico dove il maggior tempo di sviluppo delle Gpu permette di avere un sostanziale allineamento tra l’architettura grafica integrata e quella desktop dalla quale è derivata.

Ryzen 5 3400G

All’interno del processore Ryzen 5 3400G e di quello Ryzen 3 3200G di fascia più economica convivono una sezione Cpu e una Gpu basate rispettivamente sulla microarchitettura Zen+ e su quella Vega, entrambe realizzate con processo produttivo a 12 nanometri. Questa tecnologia è un passo avanti rispetto a quella precedente a 14 nanometri utilizzata per la prima generazione di processori con architettura Zen, ma una generazione indietro rispetto quella a 7 nanometri impiegata per i processori Ryzen con architettura Zen 2. Il comparto Cpu è composto da un singolo CCX (Core Complexes), il modulo di base di tutte le architetture di classe Zen. Tale modulo contiene quattro core assemblati tra loro in un unico gruppo e una cache di terzo livello (L3). La microarchitettura dei core Zen+ è progettata per supportare la tecnologia SMT (Simultaneous Multi-Threading) che permette di raddoppiare il numero dei thread che possono essere eseguiti in simultanea come avviene, in modo simile, con la tecnologia Hyper-Threading di Intel. Il Ryzen 5 3400G implementa 4 core fisici e, attraverso la tecnologia SMT, è in grado di eseguire 8 thread in simultanea; il modello Ryzen 3 3200G, per non cannibalizzare il mercato dei Ryzen 5 puri di fascia economica, utilizza solo i quattro core fisici per eseguire un massimo di quattro thread in simultanea.

CARATTERISTICHE
ModelloRyzen 5 3400GRyzen 3 3200GRyzen 5 2400GRyzen 3 2200G
SocketAM4AM4AM4AM4
ArchitetturaZen+Zen+ZenZen
Nome in codicePicassoPicassoRaven RidgeRaven Ridge
Tecnologia produttiva (nm)12LP12LP14LPP14LPP
Numero di transistor (milioni)49404950
Dimensione del die (mm2)n.d.n.d.210n.d.
Core / Thread4 /84 / 44 / 84 / 4
Frequenza base (MHz)3700360036003500
Frequenza turbo (MHz)4200400039003700
Frequenza XFRn.a.n.a.n.a.n.a.
Cache L1 (Kbyte)384 (4 x 96 Kbyte)384 (4 x 96 Kbyte)384 (4 x 96 Kbyte)384 (4 x 96 Kbyte)
Cache L2 (Mbyte)2 (4 x 512 Kbyte)2 (4 x 512 Kbyte)2 (4 x 512 Kbyte)2 (4 x 512 Kbyte)
Cache L3 (Mbyte)4444
Architettura GPURadeon Vega 11Radeon Vega 8Radeon Vega 11Radeon Vega 8
Numero CU118118
Numero Stream Processor704704
Numero unità di texture4444
Numero unità ROP1616
Frequenza GPU (MHz)fino a 1.400fino a 1.250fino a 1.250fino a 1.100
Controller di memoriaDDR4DDR4DDR4DDR4
Canali di memoria2222
Frequenza memoria (MHz)da 1.866 a 2.933da 1.866 a 2.933da 1.866 a 2.933da 1.866 a 2.933
Pci Express3.03.03.03.0
Linee Pci Express8888
Tdp (watt)65656565
Moltiplicatori sbloccati
AMD PurePower
AMD Precision Boost / versioneSì / 1Sì / 1Sì / 1Sì / 1
AMD XFR / versioneNoNoNoNo
AMD Neural Net Prediction
AMD Smart Prefetch
AMD StoreMI

Le cache del Ryzen 5 3400G

Ciascun core è equipaggiato con una cache di primo livello (L1) – 64 Kbyte per le istruzioni e 32 Kbyte per i dati – e da una cache di secondo livello (L2) ampia 512 Kbyte. Le cache di primo (L1) e secondo (L2) livello sono di tipo write-back. Il meccanismo write-back prevede l’aggiornamento dei dati solo all’interno della cache e la scrittura in memoria quando necessario; tutto ciò permette di ottenere una latenza di accesso minore e una maggiore disponibilità di banda passante. La cache di terzo livello (L3) è, invece, di tipo victim cache: le informazioni in essa contenute sono quelle rimosse dalla cache di secondo livello (L2). In questo modo in caso di un mancato riscontro dei dati cercati dal core all’interno della cache di secondo livello viene eseguito un controllo nella cache di terzo livello; se le informazioni cercate si trovano all’interno di quest’ultima il contenuto della zona della cache L3 viene scambiato con quello della cache L2. Qualora le informazioni non siano presenti nella cache L3 queste vengono recuperare e caricate nella cache L2, mentre il contenuto della zona della cache L2 viene spostato nella cache L3. L’approccio victim cache permette di eliminare la ridondanza dei dati della cache di terzo livello che in questo modo contiene solo quelle informazioni che non possono essere trattenute nella cache di secondo livello.

Caratteristiche

Il Ryzen 5 3400G opera a una frequenza base di 3,7 GHz e può salire fino alla frequenza massima di 4,0 GHz in modalità Turbo su tutti i core; la frequenza Turbo massima quando è impiegato un singolo core di calcolo è invece di 4,2 GHz. Nel caso del modello Ryzen 3 3200G la frequenza base è invece di 3,6 GHz mentre quella Turbo è rispettivamente di 3,8 GHz per tutti i core operativi in simultanea e di 4,0 GHz per il singolo core.

Grafica Vega nel Ryzen 3400G

A differenza delle architetture Cpu pure impiegate per la produzione dei modelli Ryzen 7 e Ryzen 5 dove due moduli CCX sono accoppiati in un unico blocco e connessi tra loro per mezzo della tecnologia Infinity Fabric, quella delle Apu utilizza l’Infinity Fabric per mettere in comunicazione il blocco Cpu con quello Gpu. Il processore Ryzen 5 3400G è dotato di un’architettura grafica Vega 11, vero punto di forza di questa Apu e sicuramente l’elemento di maggior peso per chi pensa a un computer senza una scheda grafica discreta. Questa Gpu integrata dispone di 11 CU (Compute Unit) per un totale di 704 stream processor, 44 unità di texture e 16 unità Rop; ciascuna CU, infatti, integra al suo interno 64 stream processor e quattro unità di texture. La Gpu è in grado di raggiunge una frequenza operativa di 1.400 MHz, più alta rispetto ai 1.250 MHz di quella con caratteristiche identiche e presente nel Ryzen 5 2400G di generazione precedente. La maggiore frequenza garantisce prestazioni superiori per la gioia degli utenti che, disponendo di un budget molto ridotto, desiderano comunque poter giocare.

PRESTAZIONI
Ryzen 5 3400GRyzen 5 2400G
BAPCo SYSmark 2018 (1.0.2.58)
SM 2018 Overall Rating12981194
Productivity11121036
Creativity16951565
Responsiveness11601050
BAPCo SYSmark 2018 (1.0.2.58) - Energy Consumption
Overall Energy Consumption (Wh)54.9353.64
Productivity (Wh)23.1822.59
Creativity (Wh)19.1718.78
Responsiveness (Wh)12.5812.27
UL Benchmark PCMark 10 (2.0.2144)
Standard49684492
Express51324569
Extended43023821
Geekbench 4.3.4 Pro
Singolo core46864120
Multi core1606112861
OpenCL4945341040
Geekbench 5.0.2 Pro
Singolo core1000970
Multi core41853742
OpenCL1448413442
Vulkan1692913895
Maxon Cinebench R20
Singolo core413391
Multi core19341824
Corona 1.3 Benchmark
Rendering Ray/s18359201672150
Rendering time (s)00:04:2400:04:50
Blender 2.80 - CPU Benchmark
Gooseberry 1.0 (s)00:50:1400:56:21
Bmw27 (s)00:07:0700:07:29
Blender 2.80 - GPU Benchmark
Bmw27 (s)00:10:0700:10:28
Luxmark 3.1
Neumann TLM-102 SE - C++18401695
Hotel lobby - C++646597
Agisoft Metashape Pro 1.5.5
Rock Model (s)356.1396.8
Rock Model Depth Maps (s)549.1596.8
School Map (s)1797.62049.4
UL Benchmark 3DMark (2.8.6572) - CPU Test
Time Spy13231073
Fire Strike Extreme16041283
Fire Strike34642747

La prova

Abbiamo messo a confronto il Ryzen 5 3400G e il Ryzen 5 2400G su una piattaforma MSI B350I Pro AC basata sul chipset AMD 350 progettato in modo specifico per computer economici e compatti. Nei test di produttività e in quelli di calcolo puro è emerso un incremento di prestazioni marginale che è stato ottenuto grazie all’incremento di frequenza del comparto Cpu e di quello Gpu. Il salto generazionale tra Zen e quella Zen+ è stato infatti meno importante rispetto a quello tra la microarchitettura Zen+ e quella Zen 2 attualmente utilizzata per le Cpu Ryzen pure. Nel complesso il Ryzen 5 3400G è un prodotto molto interessante perché permette di realizzare un computer con potenza di calcolo sufficiente per svolgere in scioltezza tutti i lavori di produttività personale e anche per giocare con titoli anche impegnativi dal punto di vista dell’hardware richiesto. In quest’ultimo caso è ovvio che la potenza della Gpu integrata impone dei limiti sia sulla risoluzione massima di gioco sia sulla qualità grafica. Le schede madri per questi processori sono comunque dotate di uno slot Pci Express 3.0 che permette di aggiungere in un secondo momento una scheda grafica discreta; grazie a ciò è possibile realizzare un computer economico, compatto e versatile e che può essere potenziato nel comparto grafico.

NVIDIA GeForce RTX 3080

GPU

GeForce RTX 3080 Ti, NVIDIA rimanda il lancio a febbraio 2021?

Alfonso Maruccia | 16 Dicembre 2020

AMD GeForce Gpu Nvidia

Stando ai nuovi rumor, NVIDIA avrebbe deciso di rimandare il lancio di GeForce RTX 3080 Ti di un mese. La minaccia di Big Navi contro la versione “liscia” della GPU non preoccupa più di tanto.

Nonostante un lancio a dir poco problematico e il pasticcio dei condensatori (o forse dei driver) incapaci di reggere ai picchi di frequenza della GPU, la GeForce RTX 3080 è oggi uno dei prodotti più desiderati e desiderabili dagli appassionati di videogiochi su PC. La scheda acceleratrice di NVIDIA è potente, talmente potente che l’azienda avrebbe deciso di rimandare di qualche settimana il debutto della sua versione “maggiorata”.

Il focus è ancora una volta la GeForce RTX 3080 Ti, la GPU che secondo le indiscrezioni servirebbe a NVIDIA per contrastare l’offerta concorrente di AMD Radeon RX 5000 (e di RX 6900 XT in particolare). La nuova GeForce Ampere dovrebbe arrivare a gennaio, anzi no: gli ultimi rumor in tal senso spostano la data del debutto in avanti di un mese, quindi a febbraio 2021.

NVIDIA GeForce RTX 3000 - 1

NVIDIA avrebbe deciso di rinviare il debutto di GeForce RTX 3080 Ti perché, come confermano i benchmark indipendenti, la minaccia di AMD Big Navi non è così pericolosa come inizialmente preventivato. Le due architetture sembrano equivalersi in alcuni giochi, mentre in altri le GeForce Ampere sono più veloci. Anche Radeon RX 6900 XT non è poi così irraggiungibile, a livello di frame al secondo, dal punto di vista di una RTX 3080.

Un’altra ipotesi sul rinvio prenderebbe poi in considerazione la scarsità di GPU GeForce in commercio rispetto alla domanda, un problema che accomuna anche AMD (e chiunque altro abbia lanciato un prodotto hi-tech in questi mesi) e che dovrebbe persistere almeno fino a febbraio. In tal modo NVIDIA avrebbe modo di far calmare le acque e di migliorare la resa di mercato della linea Ampere, prima di far debuttare la nuova GPU GeForce RTX 3080 potenziata.

CPU Intel

CPU

Rocket Lake-S, primi benchmark per le future CPU di Intel

Alfonso Maruccia | 16 Dicembre 2020

AMD Cpu Intel Zen

Arrivano nuove indiscrezioni sulle performance di Rocket Lake-S, CPU Intel Core di undicesima generazione in arrivo nel 2021. AMD e Ryzen (non) possono dormire sonni tranquilli.

Come già confermato da Intel, le CPU Rocket Lake-S debutteranno il prossimo anno prendendo il posto di Comet Lake-S come piattaforma desktop x86 ad alte prestazioni. Il canto del cigno del nodo produttivo a 14nm userà lo stesso socket di Comet Lake-S (LGA-1200) ma includerà diverse architetturali, e stando a Intel sarà anche molto più performante.

In attesa del debutto ufficiale sul mercato, le prossime CPU di Chipzilla sono già in circolazione sotto forma di esemplari ingegneristici e relativi leak tramite i benchmark online. Nuove indiscrezioni in tal senso sono di recente emerse in merito ai modelli Core i5-11400 e Core i9-11900K, con novità decisamente interessanti su entrambe i fronti.

La CPU Core i5-11400 ha fatto la propria comparsa nel database di SiSoftware SANDARA, con un clock di base da 2,60GHz, Turbo da 4,4GHz, 6 core fisici e 12 thread logici. In confronto alla CPU Core i5-10400 (Comet Lake-S) oggi in commercio, il modello di undicesima generazione presenta una frequenza base inferiore di 300MHz e una Turbo maggiorata di 100MHz.

Le prestazioni della versione preliminare di Core i5-11400 non sono particolarmente interessanti, mentre lo stesso non si può dire per l’ultimo leak sul Core i9-11900K. Quello che dovrebbe essere il processore di punta della linea Rocket Lake-S è comparso nel database dei benchmark di Ashes of the Singularity, gioco ben noto per lo stress che impone alle CPU oltre che alle GPU discrete.

Usando il preset “Crazy” con risoluzione 1080p e una GPU GeForce RTX 2080 Ti, la CPU Core i9-11900K raggiunge i 63 fps contro i 57 fps di Ryzen 9 5950X. Rocket Lake-S sarebbe dunque più veloce di almeno il 10% rispetto a Ryzen 5000/Zen 3, suggerisce il leak, una presunta conferma della bontà della futura offerta di Intel e dell’incremento di prestazioni in ambito IPC promesso dalla corporation.

Logo Steam

CPU

Steam: AMD continua a erodere quote di mercato a Intel

Alfonso Maruccia | 4 Dicembre 2020

AMD Cpu Intel Steam

Le ultime statistiche di utilizzo del popolare servizio videoludico per PC confermano il crescente successo di mercato delle CPU AMD. Ryzen e Zen conquistano utenza mentre Intel prepara le battaglie future.

A due mesi di distanza dal passaggio, a suo modo storico, del 25% del mercato dei videogiocatori attivi su Steam, la crescita della quota di chip AMD sulla popolare piattaforma di Valve non accenna a rallentare. Il gap con Intel è ancora vasto, ma il trend conferma il vento in poppa per le soluzioni Ryzen e le nuove iterazioni dell’architettura di processore Zen.

Secondo gli ultimi sondaggi hardware di Steam riferiti al mese di novembre, infatti, l’uso delle CPU prodotte da AMD è aumentato ancora ed è ora fermo al 26,91%. Intel occupa l’altra metà, anzi gli altri due terzi del cielo del gaming via Steam con il 73,09% di market share, ma il trend positivo di AMD comincia ad acquisire una certa consistenza.

AMD CPU Steam Novembre

Le CPU Ryzen e l’architettura Zen (3) hanno riportato AMD al centro della scena nel mercato dei processori per PC x86, con nuove unità computazionali in grado di offrire prestazioni migliori a un prezzo inferiore rispetto alla controparte Intel. E Intel pensa ovviamente a riprendersi lo scettro delle prestazioni con Rocket Lake-S, CPU Core desktop di undicesima generazione in arrivo per il 2021 con supporto (tra le altre cose) allo standard PCI Express 4.0.

Sempre a riguardo di Rocket Lake-S, una recente aggiunta al benchmark Geekbench fa riferimento a un sample ingegneristico di una CPU 11th gen a 8 core e 16 thread inclusa in un PC da gaming HP Omen 30L. I numeri tornano a essere a favore di Intel, sia nelle prestazioni a singolo core che in quelle multi-core.

Tornando infine a Steam, i sondaggi di novembre 2020 continuano a incoronare GeForce GTX 1060 come la GPU più popolare presso i giocatori su PC. In questo caso NVIDIA la fa da padrona, e la strada di AMD e delle nuove Radeon RX sembra molto più in salita rispetto al settore delle CPU.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.