ARM Cortex-A78 e Cortex-X1

ARM Cortex-A78 e Cortex-X1, efficienza e prestazioni

ARM ha presentato le CPU Cortex-A78 e Cortex-X1, le GPU Mali-G78/G68 e la NPU Ethos-N78 che troveranno posto nei futuri SoC per smartphone di fascia alta.

ARM ha annunciato due nuove CPU che verranno utilizzate nei futuri smartphone di fascia alta. Cortex-A78 è considerato  dall’azienda britannica il chip più efficiente in assoluto, mentre Cortex-X1 è il più potente mai realizzato. ARM ha inoltre svelato le GPU Mali-G78/G68 e la NPU Ethos-N78. Questi tre componenti (CPU, GPU e NPU) troveranno posto nei SoC di Qualcomm (Snapdragon), Huawei (Kirin) e Samsung (Exynos).

ARM Cortex-A78 e Cortex-X1

Cortex-A78 combina perfettamente prestazioni e consumi, quindi offre un’efficienza maggiore rispetto alla precedente generazione. ARM afferma che la CPU garantisce un incremento fino al 20% della “sustained performance” rispetto al Cortex-A77 a parità di consumo (1 Watt). Ciò evita la riduzione automatica della frequenza di clock durante l’esecuzione dei giochi.

Cortex-X1 è invece una CPU pensata principalmente per le massime prestazioni, quindi senza badare troppo ai consumi e alle dimensioni del chip. Secondo ARM, il primo modello della serie offre un incremento fino al 30% della “peak performance” rispetto al Cortex-A77. Questa CPU può essere utilizzata anche in dispositivi con schermi più grandi, come tablet e notebook.

Entrambe le CPU sono ovviamente compatibili con l’architettura DynamiQ, evoluzione della famosa big.LITTLE. È possibile combinare quattro Cortex-A78 e quattro Cortex-A55 oppure un Cortex-X1, tre Cortex-A78 e quattro Cortex-A55.

ARM Mali-G78/G68 e Ethos-N78

La GPU Mali-G78 affiancherà le CPU Cortex-A78 nei SoC destinati ai futuri smartphone di fascia alta. Secondo ARM, la nuova GPU offre prestazioni fino al 25% superiori a quelle della precedente Mali-G77. Può avere fino a 24 core (8 in più della Mali-G77) e può gestire agevolmente i giochi più pesanti con un livello di dettaglio elevato. Supporta inoltre le applicazioni che sfruttano il machine learning e la realtà mista (virtuale e aumentata).

Mali-G68 eredita tutte le caratteristiche della Mali-G78, ma può avere fino a 6 core. Le CPU Cortex e le GPU Mali possono eseguire gli algoritmi di machine learning, ma per compiti più impegnativi è meglio sfruttare una NPU (Neural Processing Unit). ARM ha quindi realizzato la nuova Ethos-N78 che offre un’efficienza fino al 25% superiore a quella della precedente Ethos-N77.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.