Intel continuerà  a usare il socket LGA 775 per la fascia bassa

Nonostante l’arrivo dei processori Intel Core i7 (basati sul socket LGA 1366) e la prossima presentazione dei modelli di fascia media con socket LGA 1156, Intel prevede di non mandare in pensione l’attuale LGA 775, relegandolo però alla fascia più bassa del mercato.

 

socket_775.png
Il socket Intel LGA 775

 

I piani del colosso californiano indicano l’intenzione di modificare in parte i chipset G45, G43 e G41, adattandoli alle esigenze future dei processori su socket LGA 775 di fascia bassa. In particolare verrebbero introdotte nel core grafico di G45 le capacità  di Post Processing video evolute e di Report Mode, per un miglior supporto a tutti i monitor in commercio, compresi i display HD a 24 Hz.

Il chipset G43 vedrebbe invece aumentate le proprie capacità  di gestione della memoria, arrivando a supportare 16 Gbyte di Ddr2 o 8 Gbyte di Ddr3. Il chipset G41 sarà  invece aggiornato in ottica storage, con il supporto a Ich Raid più recenti e l’integrazione dell’Hdmi.

Nessun Articolo da visualizzare