Intel e Nvidia: è di nuovo scontro

Intel e Nvidia, dopo un periodo di pace relativa dovuto alla concessione della licenza Sli per le schede madri dotate del chipset Intel X58, tornano ai ferri corti: il motivo è la volontà  di Intel di impedire a Nvidia di produrre chipset per le proprie Cpu.

intel-546546465465654.jpgNvidia ha regolarmente una licenza fornita da Intel per produrre chipset per processori Core 2, e intende continuare la produzione anche per la generazione basata su Nehalem e i futuri processori con grafica integrata. 

Intel invece non ritiene valida tale licenza per le nuove Cpu, che utilizzano un memory controller integrato e si differenziano nettamente dalla generazione precedente. Intel, per evitare che Nvidia realizzi chipset concorrenti ai propri ha depositato una causa contro l’azienda, affermando che la licenza in possesso non è valida per le Cpu di nuova generazione.

nforce-87879121324.jpgNvidia ha risposto in maniera diametralmente opposta, ritenendo la licenza negoziata quattro anni fa perfettamente valida anche oggi, e imputando a Intel la volontà  di bloccare l’innovazione e possibili concorrenti. Nvidia ritiene che il più grande colosso mondiale nella produzione di Cpu si senta minacciato dalla nuova potenza di calcolo disponibile attraverso le schede grafiche, cercando il prima possibile di soffocare qualunque tipo di concorrenza.

Nvidia ci comunica anche che la disputa attuale procede da oltre un anno, e la citazione di Intel è solo l’ultima mossa fatta dal colosso per evitare che Nvidia produca chipset per le nuove Cpu.

PCProfessionale © riproduzione riservata.