Intel presenta le nuove Cpu basate sul core Penryn

Intel ha presentato oggi ufficialmente i primi processori basati sull’architettura Penryn e costruiti con transistor a 45 nanometri.

Sono ben sedici le nuove cpu proposte, di cui però solo una destinata al mondo desktop, il modello Core 2 Extreme QX9650. I rimanenti quindici sono modelli Xeon, specificatamente dedicati al mondo server e workstation.

La tabella seguente mostra i modelli presentati, con i dettagli sulla frequenza operativa, sulla cache utilizzata, sul prezzo effettivo e sulla data di commercializzazione.

 

Le nuove Cpu Intel

La tecnologia a 45 nm utilizzata è stata ampiamente trattata in questo articolo, di cui consigliamo la lettura per approfondimenti sul tema.

I primi test sul nuovo processore QX9650 saranno pubblicati su questo sito nei prossimi giorni, mentre per una prova approfondita (e degli interessanti articoli sull’architettura utilizzata) vi rimandiamo al prossimo numero di Pc Professionale.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

9 Commenti

  1. Larrabee viene considerato da Intel come il futuro a medio termine, e quindi trattato come progetto della massima importanza. Le date citate sono per ora un progetto di massima, il produttore vuole infatti prima definire accuratamente l’architettura prima di compiere eventuali passi falsi.

    Le DX11 arriveranno quasi sicuramente anche per Vista, probailmente in un futuro non troppo lontano (comunque non nel 2008…).
    Secondo le dichiarazioni non introdurranno nettamente un nuovo modo di programmare, ma semplificheranno certe operazioni che con DX10 sono si possibili, ma estremamente dispendiose in termini di risorse di calcolo.
    Anche qui Microsoft è abbastanza abbottonata, d’altronde il progetto è poco più che all’inizio.
    Dato che non esiste ancora nessun gioco in DX10 non credo infatti che si senta molto l’esigenza di passare alle librerie DX11.

  2. Ciao Davide,

    non trovavo più la notizia in cui ci eravamo scambiati post su Larrabee, ho cercato attraverso il motore Google integrato a sinistra e l’ha beccato in colpo solo. 😉
    Ho letto su Hardware-Upgrade quanto segue circa il futuro di Larrabee:
    Cito:
    …”Di seguito un estratto di quanto Paul Otellini ha anticipato nella conference call:
    Larrabee first silicon should be late this year in terms of samples and we’ll start playing with it and sampling it to developers and I still think we are on track for a product in late ’09, 2010 timeframe”
    Quindi: Primi prototipo e sviluppo fine 2008
    Primi pezzi 2009 – 2010
    Nel sito di HWUPG, citano anche lo sviluppo delle Dtx11, ma si sa nulla in merito? Dovrebbero essere rilasciate per Vista o solo per il futuro sistema operativo Microsoft, che tu sappia?
    Speriamo bene
    Ciao e grazie
    dzrzrd

  3. Ciao Davide,

    Quando dicevo di non aver mai letto, intendendevo che la vostra rivista la apprezzo moltissimo e cerco di non farmi sfuggire proprio nulla! A partire dai report (un po’ troppo brevi a volte) sugli Intel Development Forum ed eventi simili, cui mi farebbe tanto piacere partecipare, ma mi è ovviamente impossibile.

    Grazie per le precisazioni e passami la similitudine
    PC Professionale = Redattori Professionali

    Buona giornata
    dzrzd

  4. Larrabee è un argomento complesso e, per ora, abbastanza misterioso per tutti.
    Intel sta lavorando a un nuovo sistema di concepire i processori, e Larrabee sarebbe il punto di partenza di una nuova rivoluzione.
    La parte letta su Wikipedia è in parte esatta ma di difficile interpretazione; Intel ha infatti intenzione di utilizzare per il nuovo progetto un gran numero di micro core, molto più piccoli e semplici dei 2 o 4 utilizzati adesso. Con questo approccio Intel pensava di integrare in una Cpu tanti micro oggetti (da 24 a 48 nelle prime implementazioni) molto semplici e dotati di pipeline cortissime. Per questo le istruzioni MMX giocherebbero un ruolo importante, a differenza delle più recenti Sse sono infatti estrememente semplici sia da utilizzare nei programmi sia da “calcolare” per i micro core.
    Le applicazioni di Larrabee sono ancora incerte, nessuno sa infatti con certezza se questo prodotto uscirà, quando uscirà e a cosa servirà; anche se probabilmente sarà un qualcosa di differente dagli oggetti che concepiamo oggi (Cpu, Gpu e così via). Intel dice solo che sta concentrando moltissime energie sul progetto.
    La data è comunque lontana, e data anche la mancanza di elementi certi non abbiamo ritenuto di scrivere sulla rivista qualcosa basato su pure e semplici speculazioni. Appena si saprà qualcosa di concreto sicuramente troverà spazio su Pc Professionale, ma sono sicuro che da quel giorno mancherà ancora molto alla presentazione ufficiale di un prodotto specifico.

  5. Dimenticavo, ricordo bene i “miracoli” delle MMX col giocone P.O.D. … Bei tempi andati eh…

    Ciao
    dzrzrd

  6. Ciao Davide,

    Sebbene io studio informatica da ormai 7 anni grazie alla vostra rivista e solo per cultura personale, trovo strano di non aver mai letto di Larrabee,,, boh forse non mi ricordo io… cercando sul mare di internet, alla fine mi sono arreso alla wiki:

    According to a presentation made by Intel in December 2006, Larrabee will run at 1.7-2.5 GHz and feature 16-24 in-order cores (as opposed to out-of-order cores) running a modified x86 instruction set, in addition to texture sampling units and other hardware typical of graphics processors.[3]

    Quindi è già da un anno che si sa… Ma ne avevate dato notizia sulla rivista? Non ricordo proprio…

    Jon Stokes of Ars Technica has suggested that Larrabee’s microarchitecture may be based on the Pentium MMX.[4]

    Una secheda grafica basata su processore Pentium MMX???? Ma che diavolo vuol dire, le MMX non erano semplicemente delle istruzioni aggiuntive per il multimedia??? Le ricordo bene perché dopo il 387 a distanza di 6 anni mio padre aveva preso proprio un 200 MHz con le MMX…

    Su Wiki hanno scritto una boiata oppure è proprio così?

    Per cortesia, se puoi, illuminami d’immenso
    grazie e Buona domenica

    dzrzrd

  7. Le prospettive ci sono, ma Intel, dopo lo scotto di NetBurst (l’architettura dei Pentium 4 e Pentium D) ha deciso di puntare più su altre caratteristiche rispetto alla pura frequenza operativa.
    Con il miglioramento del processo produttivo i 4 GHz sono a portata, ma credo proprio che Intel adesso stia puntando più sulle architetture multi core e, in ottica futura, a progetti come Larrabee.

  8. Ciao Davide,

    Domanda:

    Ma visto che con Prescott non si è riusciti a passare la soglia dei 4/5 GHz di frequenza, in prospettiva con questi nuovi mostri sacri di Intel, c’é qualche possiblità oppure no?

    Grazie
    dzrrzd

Comments are closed.