Phenom X3 in arrivo: ecco i modelli e i prezzi di mercato

AMD, dopo l’introduzione nelle scorse settimane dei processori Phenom X4 basati sul nuovo step produttivo B3, che corregge il bug riscontrato nei primi modelli, si appresta al lancio delle versioni X3, i primi processori triple core per sistemi desktop.

I nuovi modelli saranno tre, tutti caratterizzati dal nuovo step produttivo e quindi con nome commerciale modificato nelle ultime due cifre, che a differenza dei vecchi modelli diventano ora “50“. In particolare i Phenom X3 diventano la serie 8000 di AMD, idealmente in diretta concorrenza con le Cpu Intel Core 2 Duo E8000.

 

phenom_pr.png

La tabella mostra le tre nuove Cpu Phenom, con frequenze che vanno da 2,2 GHz a 2,4 GHz. Tutte le Cpu adottano una cache L2 dedicata di 512 Kbyte per ciascun core, mentre condividono i 2 Mbyte di L3 come i Phenom X4. Il Tdp di tutti i modelli è 95 watt, stranamente identico a quello dei modelli quad core di pari frequenza, con l’eccezione dei più performanti 9750 e 9850 Black Edition, che raggiungono i 125 watt.

I prezzi, per ora indicativi e non ancora ufficializzati da parte di AMD, mostrano differenze poco marcate tra le versioni X3 e X4, mentre le Cpu basate su step B2 diminuiscono di prezzo e raggiungono livelli veramente interessanti per processori che, ricordiamolo, sono pur sempre quad core di tipo nativo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

1 commento

  1. Purtroppo i processori AMD nascono già morti, in quanto non possono concorrere con gli ottimi Core2 a livello prestazionale, tanto che, si fa notare nel numero di Aprile di Pc professionale, un core 2 dual core di fascia alta è più performante di un quad AMD. Senza poi contare che tra pochi mesi arriveranno i nuovi Core 3 (Nehalem) e allora ti saluto AMD.
    Ma il problema è più ampio a mio avviso; AMD ha l’acqua alla gola, i recenti tagli sui dipendenti e l’uscita del suo CTO Phil Ester, assomigliano molto all’abbandono che i topi fanno della nave prima che affondi; credo che se IBM, o qualche altro colosso del settore, non rileverà AMD nel giro di un anno, il produttore di Sunnyvale chiuderà i battenti, e questo è un vero problema, perchè Intel rischia davvero di agire in una situazione prossima al monopolio, in qualità di unico produttore di CPU.
    Qualche settimana addietro qualcuno si spaventava del “presunto monopolio” di Sony col il BD; in realtà la situazione sulle CPU è un problema diverso, più complesso sotto molti aspetti, e di una portata ben più ampia rispetto al BD.
    Certo nessun monopolio è destinato a durare a lungo se si dormicchia sul proprio operato, e, facevo notare in altre discussioni, che il mercato è una bestia lunatica difficilmente prevedibile; ciò non ostante la mancanza di un produttore di CPU ulteriore potrebbe forse, per diverso tempo, condizionare negativamente il mercato.

Comments are closed.