Apple permetterà  di sostituire i Led dei propri display

Apple è stata una delle prime aziende in assoluto nel panorama informatico ad avviare la costruzione di notebook dotati di schermi retroilluminati da Led.

Questi schermi, sicuramente dotati di migliori caratteristiche dal punto di vista prestazionale rispetto ai modelli tradizionali hanno nel costo d’acquisto il loro “difetto” più grande. L’illuminazione dello schermo avviene tramite numerosi piccoli led bianchi, posti solitamente nella parte inferiore del display. A differenza degli schermi a tubo fluorescente, in cui è un unico elemento (o al massimo due o tre) a illuminare il display, può capitare che un singolo Led si rompa, costringendo il malcapitato possessore del notebook a cambiare l’intero Lcd.

Da qui nasce l’idea di un nuovo brevetto che AppleInsider prontamente è riuscito a scovare: utilizzare una striscia di Led rimovibile posta nella parte bassa dello schermo, permettendo, in caso di guasto di uno di questi elementi, di rimuovere solamente questa parte, a un costo sicuramente inferiore a quello dell’intero schermo.

 

appleled.jpg

La prima applicazione di questa tecnologia è attesa probabilmente sulle prossime versioni di MacBook Pro, anche se inizialmente la “striscia di Led” sarà  nascosta all’utente e non perfettamente rimovibile come nell’immagine qui sopra.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare