Hardware

Gigabyte G1.Assassin: piattaforma X58 dal look militare

Redazione | 3 Maggio 2011

Gigabyte

Una scheda madre ricca di accessori, equipaggiata con audio di ultima generazione e una scheda di rete specifica per giocare […]

Una scheda madre ricca di accessori, equipaggiata con audio di ultima generazione e una scheda di rete specifica per giocare online.

Anteprima di Michele Braga

Articolo tratto da PC Professionale 241 di aprile 2011

Nel variegato panorama delle schede madri per sistemi desktop si trova di tutto un po’, dalla piattaforma che costa poche decina di euro a salire fino ai modelli più evoluti da qualche centinaio di euro. La G1.Assassin, della linea G1 Killer di Gigabyte, appartiene a quel ristretto numero di prodotti dedicati a chi ricerca un modello completo non solo dal punto di vista tecnico, ma anche caratterizzato da una dotazioni di accessori integrati fuori dallo comune. La G1.Assassin è realizzata attorno al chipset X58 sviluppato da Intel in modo specifico per la linea di processori Intel Core i7 Extreme con piedinatura a 1.366 contatti. Il northbridge X58 e il southbridge Ich-10R fondano l’ossatura sulla quale sono innestati i componenti aggiuntivi. A fianco del socket del processore sono presenti 6 zoccoli di memoria per installare fino a 24 Gbyte (sei moduli da 4 Gbyte) di memoria Dd3 collegati ai tre canali del controller di memoria integrati nel processore.

Curata in ogni particolare, la piattaforma Gigabyte permette l’installazione di 4 schede grafiche. Il controller di rete con gestione delle priorità  di trasmissione è un elemento ideale per chi gioca online.

Il primo elemento che balza all’occhio osservando la G1-Assassin è la dimensione del Pcb: il formato è quello XL-Atx con una lunghezza di 34,5 cm e una larghezza di 26,3 cm. La maggiore superficie disponibile, rispetto alle specifiche Atx standard, è servita per ottenere lo spazio necessario all’integrazione dei componenti aggiuntivi come il chip audio Creative CA20K2, il controller di rete Bigfoot Killer E2100, il controller Marvell 88SE9182 di classe Serial Ata III (6 Gb/s), quello Renesas D720200 per la gestione dell’Usb 3.0 e due chip Vli VL810 che operano da hub Usb.

Un particolare del chip Creative CA20K2 (affiancato da un banco di memoria) utilizzato per le schede X-Fi con connessione Pci Express.

Il chip Creative CA20K2, affiancato da un banco di memoria dedicato, è lo stesso impiegato per la produzione della linea di schede audio X-Fi con connessione Pci Express e supporta l’intero pacchetto di funzionalità  del prodotto discreto: X-Fi CMSS-3D, X-Fi Crystalizer, Thx, Eax Advanced HD 5.0, OpenAL e Creative ALchemy. Il chip Bigfoot Killer E2100 è un controller di rete evoluto che permette di monitorare il traffico di rete e di impostare regole di gestione delle priorità  per ogni applicazione. Grazie a ciò la Bigfoot Killer E2100 consente di ridurre al minimo i rallentamenti nello scambio delle informazioni tra client e server durante l’esecuzione di giochi online dovuti a processi o applicazioni in background che richiedono un accesso alla rete esterna. Tra le tecnologie supportate troviamo la Game Networking DNA, l’Advanced Game Detect, la Visual Bandwitdh Control e la Online Gaming Pc Monitor. L’insieme di queste tecnologie permette di monitorare e gestire in modo automatico e manuale l’accesso delle applicazioni alle risorse di rete e di definire precise regole di priorità . L’interfaccia software è semplice e intuitiva così che anche un utente non esperto è in grado in pochi minuti di configurare il proprio profilo di base.

Il controller Marvell fornisce due connessioni Serial Ata III (supporto Raid 0 e 1) che si aggiungono alle sei Sata II supportate dal southbridge Intel (supporto Raid 0, 1, 10 e 5). Infine la combinazione tra il chip Renesas e gli hub Vli permette alla G1.Assassin di offrire 8 connessioni Usb di tipo 3.0 (quattro integrate nel pannello posteriore e quattro ottenibili dai pettini presenti sul Pcb). A fianco della già  ampia dotazione, la G1.Assassin offre anche un’estrema possibilità  di espansione. Gli slot Pci Express 2.0 con aggancio meccanico X16 sono, infatti, quattro e permettono di realizzare una soluzione a più schede grafiche (ad esempio un Nvidia Triple Sli o un AMD Crossfire-X); a questi si aggiungono due connettori Pci Express 2.0 in formato X1 e uno slot Pci di tipo standard per garantire la compatibilità  con qualche scheda aggiuntiva di vecchia generazione.

Sul fronte della qualità  costruttiva la G1.Assassin si pone tra i prodotti più curati sia per l’ottima razionalizzazione dello spazio sia la qualità  dei componenti elettronici impiegati. Il produttore ha deciso inoltre di dare un tocco militare al look di questo prodotto, optando per forme particolari del sistema di raffreddamento passivo impiegato per i circuiti di alimentazione e per il chipset. Il punto debole della G1.Assassin è invece la dotazione di accessori forniti a corredo che risulta scarna a fronte dell’elevato prezzo di acquisto richiesto per questo modello. Nella confezione sono infatti presenti due soli cavi Serial Ata (le porte di connessione interne sono 8), la maschera per adattare il telaio alla configurazione delle porte integrate e un set di connettori per l’implementazione di soluzioni a due o tre schede grafiche Nvidia. In dotazione è fornito un box frontale che permette di rendere accessibili le porte Usb 3.0 aggiuntive e i principali jack audio.

< Indietro Successivo >

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.