Google smart display

Google smart display, nuova interfaccia e altre novità

Google ha aggiornato l'interfaccia dei suoi smart display e aggiunto nuove funzionalità che possono essere sfruttate in alternativa ai comandi vocali.

Google ha annunciato un importante aggiornamento software per i suoi smart display (Nest Hub e Nest Hub Max) e per quelli di terze parti. La novità più evidente è rappresentata dal restyling dell’interfaccia, ora suddivisa in cinque sezioni distinte. L’azienda di Mountain View ha inoltre aggiunto la modalità notturna e il supporto per gli account multipli (personali e lavorativi).

I cosiddetti smart display vengono principalmente sfruttati con i comandi vocali. Gli utenti interagiscono soprattutto con Google Assistant, quindi senza toccare lo schermo. L’azienda di Mountain View crede tuttavia che questo genere di prodotti possa sostituire i dispositivi mobile (in alcuni casi), offrendo una migliore “esperienza visuale”. Per questo motivo è stata introdotta una nuova schermata home con cinque schede: Your Day, Home Control, Media, Communicate e Discover.

Your Day mostra varie card informative in base all’ora del giorno (il nome della scheda diventa Your morning, Your afternoon o Your evening): condizioni del tempo, prossimo appuntamento in calendario, sveglia, controlli della smart home, player musicali e altro. La dimensione dei riquadri dipende dall’importanza della funzionalità.

Home Control visualizza tutti i dispositivi smart (lampadine, interruttori, videocamere e altri) connessi tramite l’app Google Home. In Media ci sono i controlli per la riproduzione multimediale (audio e video), i suggerimenti personalizzati dei contenuti e i link diretti ai servizi di streaming (Netflix, Disney+, Spotify e altri).

La scheda Communicate consente invece di accedere ai servizi per le videochiamate Google Duo e Meet (in futuro anche a Zoom). È possibile inoltre chiamare un contatto nella stessa abitazione con la funzionalità Broadcast. Infine, Discover mostra le nuove funzionalità dello smart display e i contenuti suggeriti in base a cronologia di ricerca e preferenze di utilizzo.

Altre novità sono l’accesso ad account multipli (personali e lavorativi), la possibilità di connettere fino a cinque account Meet, il tema scuro (automatico o ad orari specifici) e la sveglia che incrementa gradualmente la luminosità dello schermo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.