AMD lancia la nuova Radeon HD4890: più frequenza e più potenza

AMD annuncia oggi la disponibilità  di una nuova scheda grafica appartenente alla famiglia Radeon HD4800, la tanto vociferata HD4890.

La scheda, a differenza delle molte indiscrezioni circolate in rete, utilizza il core RV790 prodotto con il collaudato processo produttivo a 55 nm e non, come ipotizzato, con quello a 40 nm di prossima introduzione. Il nuovo core è molto simile al precedente RV770 utilizzato da HD4850 e HD4870, tanto che i transistor inseriti al suo interno sono 959 milioni, mentre sul precedente 956 milioni.

 

atrhd4890_3-4_lowres.jpg

Specifiche a confrontoLa scheda si presenta in maniera simile all’attuale top di gamma HD4870, con frequenze di funzionamento però decisamente superiori: il core e gli 800 shader processor lavorano infatti a 850 MHz (750 la HD4870), mentre i 1.024 Mbyte di memoria Gddr5 sono settati a 975 MHz (900 MHz la scheda HD4870). Le caratteristiche interne sono del tutto simili con, oltre ai già  citati 800 shader processor, 40 unità  di texture e 16 Rop.

Il cambio di frequenze e le piccole ottimizzazioni interne hanno portato la scheda a una potenza di calcolo pura di 1,36 Tflops, con un incremento del 13% rispetto al modello precedente. Le prestazioni sono di conseguenza leggermente superiori alla HD4870, mentre il prezzo suggerito al pubblico è di 249 dollari sul mercato americano e 229€ sul suolo europeo. Per un’analisi dettagliata del prodotto vi rimandiamo al prossimo numero di PC Professionale.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

6 Commenti

  1. @dariocaruso
    La situazione non mi sembra più tragica come qualche anno fa. Ati (scusatemi se continuo a chiamarla così, ma è per differezaire i due rami d’azienda di AMD, e forse anche per affetto), ha abbracciato la cusa Linux ed è già da un po che rilascia ogni mese driver ufficiali, con la stessa cadenza dei Catalyst di Windows.
    Anche se ricordo brutte nottate di configurazione dei driver FireGL per la mia vecchia scheda FireGl 8800, ma era una scheda datata, ed erano altri tempi!

  2. finchè non ci saranno dei buoni driver per linux (possibilmente open), non comprerò una scheda amd. Quelli attuali ostituiscono una delle più grosse vergnogne del mondo gnu/linux.

  3. Ati, da questo punto di vista, è sempre stata corretta, non ha mai riposizionato prodotti cambiandogli nome, anche la politica delle numerazioni è sempre stata chiara.
    E’ davvero interessante questa scheda, per due motivi. Il primo è il prezzo. 229 euro sono alla “portata” di tutti, tenuto conto le prestazioni. Il secondo è che dallo stesso progetto, nasce ancora un prodotto eccelelnte, che supera del 15% le prestazioni (sulla carta), della precedente, e farà scalare al ribasso i prezzi di tutte le altre, rendendo l’offerta Ati la più interessante nel panorama schede grafiche!

  4. Bè almeno nella denominazione si è comportata sicuramente meglio di nVidia…per quanto riguarda la 4890 credo sia un buon compromesso per andare verso la nuova architettura. Ne faranno anche la X2? In ogni caso immagino che ciò farà calare i prezzi della 4870 che è ancora una signora scheda grafica.

  5. Il core ha subito pochissime variazioni, ma significative per il raggiungimento di queste frequenze operative. AMD è intervenuta anche sul consumo, passato in modalità idle da 90 a 60 watt.
    La politica della casa ci sembra comunque corretta, il nome scelto per la scheda, 4890, indica in maniera adeguata l’aumento prestazionale rispetto alla 4870.
    Se, come alcune voci insistevano a dire, la scheda si fosse chiamata HD4900 le nostre considerazioni sul rispetto degli utenti sarebbero state ben diverse.

Comments are closed.