ATI e Nvidia si sfideranno ad armi pari: TSMC a 40 nm per entrambe

ATI e Nvidia, i due maggiori concorrenti attuali nel settore delle schede grafiche discrete, ricominceranno a darsi battaglia (dal punto di vista del mercato ovviamente) nel secondo trimestre del 2009.

Entrambe le aziende sono infatti prive di capacità  produttiva propria (AMD non utilizza le Fab delle Cpu per produrre chip grafici) e si sono negli anni appoggiate a qualche fonderia esterna per la costruzione dei chip.

Attualmente sia le Gpu Nvidia sia quelle ATI sono costruite a 55 nm e il prossimo passaggio è ormai definito da tempo: 40 nm attraverso la fonderia taiwanese TSMC.

tsmc.jpg

Per via di qualche problema però questo nuovo processo, che sarebbe dovuto essere pronto entro la fine del 2008, giungerà  alla piena operatività  solo nel primo trimestre del prossimo anno, annullando di fatto tutto il vantaggio temporale accumulato da Nvidia negli ultimi anni. Le ultime generazioni di schede grafiche mostrano infatti Nvidia sempre in anticipo per quanto riguarda la data di commercializzazione, con ATI in ritardo di circa 5-6 mesi, parzialmente ridotto con le ultime schede prodotte.

Le due grandi concorrenti, i cui progetti saranno probabilmente pronti entro qualche mese, avvieranno dunque la produzione di massa in maniera quasi contemporanea, sfidandosi ad armi pari per la leadership della prossima generazione di Gpu.

Le informazioni attuali non ci permettono di offrirvi troppe indiscrezioni sulle schede, ma probabilmente ATI manterrà  l’approccio attuale di produzione di Gpu di buon livello relegando la fascia più alta a soluzioni di tipo dual, Nvidia dal canto suo cercherà  un approccio monolitico simile a quello delle GTX200, con un’attenzione particolare alla possibilità  di ridurre il numero di unità  interne per costruire schede di fascia media in tempi più ridotti rispetto al passato.

Nessun Articolo da visualizzare