Da Asus dissipatore DirectCU II e overclock per un GeForce GTX560 da gioco

Progetto e componenti elettroniche ottimizzate per fornire prestazioni superiori a quelle offerte dai modelli in configurazione standard.

Anteprima di Michele Braga

Articolo tratto da PC Professionale 244 di luglio 2011

Nell’offerta di schede grafiche targate Asus e indirizzate al segmento medio-alto del mercato troviamo il GeForce GTX560 in versione DirectCU II Top con overclock di fabbrica. I modelli DirectCU proposti dal produttore taiwanese hanno come caratteristica principale quella di essere stati riprogettati a livello del circuito stampato con lo scopo preciso di ottenere una maggiore efficacia nella dissipazione del calore e ridurre l’interferenza tra i segnali elettrici. La capacità  di smaltire in modo ottimale il calore generato dai componenti a montaggio superficiale da una parte e il migliore isolamento dei segnali elettrici dall’altra permettono di portare il processore grafico e le memorie a lavorare a frequenze superiori rispetto a quelle di base.

In questo caso la Gpu opera alla frequenza di 925 MHz ed è raffreddata utilizzando il dissipatore DirectCU II; questo è realizzato attraverso la combinazione di una camera di evaporazione a contatto con il processore grafico e tre heat pipe che trasferiscono il calore alla superficie alettata che a sua volta è raffreddata da due ventole da 9 cm. Questo sistema di dissipazione è silenzioso anche quando il processore grafico opera a pieno carico.

Le schede GeForce GTX560 sono realizzate attorno al processore grafico Nvidia GF114 che altro non è che un aggiornamento del GF104 impiegato per la produzione dei modelli GeForce GTX460. Rispetto al GF104 nel quale erano attivi solo sette blocchi SM (Streaming Multiprocessor), nel GF114 sono stati attivati tutti e otto i moduli con un incremento di 48 unità  di calcolo Cuda: da 336 a 384 shader processor. Oltre a ciò il GF114, prodotto con tecnologia a 40 nanometri, implementa nell’architettura il PolyMorph Engine ed è in grado di operare a frequenze superiori rispetto al suo predecessore. A fianco del processore grafico è presente un Gbyte di memoria Gddr5, un quantitativo sufficiente per eseguire tutti i titoli moderni e per supportare l’utilizzo di texture in alta risoluzione.

Come tutti i più recenti modelli GeForce, anche questo è compatibile con le librerie DirectX 11 di Microsoft e implementa al suo interno il motore di accelerazione PureVideo che permette di accelerare in hardware le fasi di decodifica dei contenuti multimediali liberando risorse di calcolo sul processore di sistema. In particolare la versione VP4 del motore video Nvidia supporta anche i formati Mpeg-4 in standard DivX e Xvid. Sul pannello posteriore della scheda sono presenti due uscite video in formato Dvi e una di tipo Hdmi per connettere monitor o pannelli Tv in alta definizione.

Nei test di prestazioni questa versione speciale prodotta da Asus ha fatto segnare punteggi di buon livello in tutti i test, dimostrando che, se associata a un buon sistema di base, fornisce un’ottima esperienza di gioco anche con i più recenti titoli ludici DirectX 11. L’overclock di 103 MHz sulla frequenza del processore grafico (da 822 a 925 MHz) fornisce un incremento di prestazioni apprezzabile a occhio nudo. Il prezzo di acquisto consigliato è superiore di oltre 50 euro rispetto a quello medio per i GeForce GTX560 in versione standard, ma con po’ di ricerca nei listini online dei principali negozi e distributori di componenti informatici è possibile limare fino a 30 euro, raggiungendo così un buon rapporto tra prezzo e prestazioni.

PCProfessionale © riproduzione riservata.