Moltiplicare le schede grafiche. E’ davvero vantaggioso ?

apertura-4.png

Le soluzioni multi Gpu sono sul mercato da diversi anni e sul numero di PC Professionale in edicola trovate l’analisi delle principali configurazioni oggi disponibili sul mercato.L’approccio multi Gpu è nato con lo scopo di superare la barriera imposta dalla tecnologia produttiva che, in un determinato momento storico, fissa i limiti in termini di dimensioni (superficie e numero di transistor) e consumi di un congegno complesso con un processore. Nel momento in cui non è più pensabile o diventa economicamente svantaggioso espandere l’architettura di una singola Gpu è quindi possibile sfruttarne più di una per ottenere l’equivalente di un processore grafico più potente.

Di seguito trovate i grafici relativi alle prove effettuate in laboratorio con configurazioni a una, due e quattro Gpu installate su un singolo sistema. Per tutti i dettagli vi rimandiamo al numero 217 di PC Professionale in cui troverte una disamina delle diverse tecnologie e i risultati delle prove.

Configurazione di prova:

  • Processore: Intel Core i7 965 Extreme
  • Scheda madre: Intel DX58SO
  • Memoria: 6 Gbyte Ddr3 Corsair (TR3X6G1600C8D)
  • Disco: SSD Intel (SSDDSA2MH080G1GN)
  • Sistema operativo: Microsoft Windows Vista Home Ultimate (64 bit)
  • Driver: AMD Catalyst 9.2 / Nvidia Forceware 182.08
tab_multigpu_554765645.png
PCProfessionale © riproduzione riservata.

6 Commenti

  1. Curioso come chi gioca in finestra anche gli FPS (cioè io: perchè soffro di motion sickness) tipicamente a 640×480, non potrebbe sfruttare mai al massimo una Quad-GPU per colpa della lentezza di tutte le altre componenti del PC.
    Eh, sì. Due GTX295 in SLI dovrebbero comunque performare proporzionalmente alla velocità sulla carta, anche a 640×480.
    Ma poichè CPU, API e molti altri “nonni” castrano pesantemente le performance di questi mostri, diventa inutile per me andare oltre la fascia media.
    Ma se in futuro i giochi saranno programmati interamente per girare solo sulle schede video (cosa che oggi non avviene, badate bene), bypassando tutto il resto del sistema, allora non ci saranno più colli di bottiglia.

  2. @white.devils: senza dubbio la prova con una più ampia varietà di sistemi fornirebbe un panorama più completo sui benefici che ognuno potrebbe ottenere implementando una soluzione a più Gpu sul proprio sistema.
    Tuttavia, come ha sottolineato aukland, per comparare in modo oggettivo le differenti soluzioni disponibili sul mercato è necessario eliminare o almeno ridurre al minimo le componenti in grado di influenzare le prestazioni.
    La piattaforma da noi scelta è quella che riduce i colli di bottiglia all’interno del sistema e che permette quindi di rilevare in modo corretto i delta di prestazioni tra le differenti configurazioni.
    Un processore di fascia intermedia avrebbe potuto dare risultati simili per le configurazioni di taglio più basso e alle risoluzioni inferiori, ma avrebbe senza dubbio falsato le reali potenzialità di quelle a due o quattro Gpu di fascia alta.
    Potrete vedere come scala una singola scheda grafica installata su sistemi equipaggiati con processori diversi in uno dei nostri prossimi articoli.

    @oxide: a livello pratico una scheda dual Gpu e due schede in modalità Crossfire o Sli operano in modo molto simile. Le schede grafiche dotate di due processori sono nate per gli utenti che non dispongono di una scheda madre con supporto a più schede grafiche, oppure per chi non può sacrificare gli slot di espansione (nel sistema sono presenti altre schede Pci o Pci Express) per l’installazione di una seconda scheda grafica.
    Il Crossfire o l’Sli sono realizzati direttamente sulla scheda e risultano trasparenti al sistema. Le prestazioni dipendono come per i normali sistemi Crossfire e Sli sia dai driver sia dalle caratteristiche del motore di rendering del singolo gioco che viene preso in considerazione.

  3. Domanda: ma una scheda multi GPU o due schede in SLI vengono sfruttate al pieno dai drivers o dall’ottimizzazione del gioco? Se fosse vero il secondo caso, si potrebbero sfruttare tali soluzioni solo in alcuni casi, mentre normalmente si avrebbe a disposizione solo una parte della reale potenza della soluzione installata.

    Comunque anche queste soluzioni, in una configurazione di PC non estremizzata, fanno riemergere il concetto del “io ce l’ho più ridondato”… 😀

  4. @white.devils
    Perchè si vuole fare in modo che variazioni nei risultati risultino dipendenti solo dalla potenza elaborativa delle Gpu e non da colli di bottiglia che possono falsare altrimenti i risultati

  5. io invece volevo chiedere, come mai questi test vengono fatti su macchine top di gamma invece che con processori e schede madri di fascia medio alta tipo un q9550 e asus p5q deluxe per esempio? Ognuno cosi avrebbe un riscontro piu reale piuttosto che dei dati che sarebbero raggiunggibili sono da pochi

  6. 2 schede video sono un sogno… potersele permettere 🙁
    poi i benefici è ovvio che ci sono XD

Comments are closed.