Test: CorelDraw X7, suite per grafica vettoriale e fotoritocco

La nuova edizione del programma sfoggia un’interfaccia in linea con lo stile di Windows 8 e offre molte nuove funzioni per un lavoro più comodo e spedito.

corel draw x7 boxCorel ha rinnovato il suo prodotto principale, CorelDraw. Si tratta, com’è noto, di una suite grafica che oltre al programma omonimo, dedicato al disegno vettoriale, comprende il software di fotoritocco Photo-Paint, il tool Connect per la gestione delle immagini sia in locale sia sul Web e una varietà  di tool minori: Capture, per la cattura di schermate, PowerTrace, per la conversione a bitmap in vettoriale, Website Creator, per la creazione veloce di pagine Web, e Photo­Zoom Pro 3 di BenVista per l’ingrandimento delle immagini raster con algoritmi sofisticati in grado di generare documenti di elevata qualità .

La suite è corredata da 10.000 clipart, 2.000 foto, 1.000 font, 600 modelli, 2.000 disegni vettoriali di automobili e 800 motivi grafici. Con questa release Corel inaugura la formula della sottoscrizione, sulla scia di quanto ha già  fatto Adobe con Creative Cloud: in alternativa all’acquisto di una licenza d’uso perpetua è possibile optare per un abbonamento mensile o annuale. È apprezzabile che Corel, a differenza di Adobe, non obblighi gli utenti al passaggio ma continui a offrire la modalità  di acquisto tradizionale.

Le novità  della versione X7 comuni ai due programmi principali – CorelDraw e Photo-Paint – cominciano con l’interfaccia, che adotta lo stile grafico di Windows 8, con tasti e icone dall’aspetto molto più semplice e pulito. Adesso l’utente può scegliere tra sei preset per l’area di lavoro, dal più semplice Lite al più completo Predefinita. Corel ha riorganizzato in profondità  le finestre flottanti Modifica riempimento, Font e Simboli, per consentire regolazioni più veloci grazie anche alle anteprime in tempo reale.

I documenti ora sono contenuti in schede indipendenti e sovrapposte, richiamabili con un clic sulle linguette allineate in alto a sinistra. Inoltre ciascun documento è sganciabile e posizionabile anche al di fuori dell’area di lavoro del programma, un’opzione molto comoda quando il desktop di Windows è esteso su più schermi. La release X7 supporta completamente le funzioni touch di Windows 8 e mostra in maniera impeccabile caratteri e simboli anche con i moderni display ad alta risoluzione.

CorelDraw X7 (il programma) permette di creare riempimenti sfumati rettangolari che – come gli altri tipi di riempimento già  disponibili nelle precedenti versioni – sono regolabili in tempo reale agendo sulle maniglie visibili direttamente nell’area di lavoro. Tramite queste maniglie è possibile stabilire sia l’angolazione sia il centro del gradiente cromatico, oltre naturalmente alla sua estensione. L’edizione X7 dà  poi la possibilità  di impostare la trasparenza dei singoli nodi in una griglia cromatica: quest’ultima permette di creare riempimenti sfumati, anche complessi, con il semplice trascinamento di una tinta in corrispondenza di ciascun nodo o al centro di ogni riquadro. Interessante è poi l’opzione per stabilire la posizione del contorno delle figure vettoriali: dentro, fuori oppure a cavallo dei bordi.

corel draw x7 screen

Corel ha semplificato e reso più intuitiva l’interfaccia nella finestra Stili di colore: la scelta delle opzioni è più veloce, inoltre ora si possono attivare le cosiddette armonie cromatiche (gruppi di tinte applicabili agli elementi inseriti nel documento): in un pannello ad hoc è possibile scegliere più tinte e correlarle in modo tale che quando una viene modificata le altre cambino automaticamente mantenendo quindi costanti i rapporti cromatici relativi. Questo editor è molto utile, ad esempio, quando si vogliono provare diversi set di colori in progetti come i logotipi. Nuovo è anche lo strumento Attenua, che smorza le irregolarità  delle linee vettoriali, in particolare quelle tracciate a mano libera magari con il semplice mouse. Infine, segnaliamo che con questa versione è possibile includere nei documenti i font usati, in modo che i lavori grafici possano essere aperti da altri utenti senza alcun problema.

> Continua a leggere: la prova di CorelDraw X7

PCProfessionale © riproduzione riservata.