Da Draytek un Pbx VoIP per estendere il centralino

Ideale per aggiungere nuovi interni a una struttura esistente o per gestire sedi distaccate in sicurezza grazie alle funzionalità  Vpn integrate.

Anteprima di Simone Zanardi

Articolo tratto da PC Professionale 249 di dicembre 2011

Con la serie VigorIPPBX 3510 Draytek propone un dispositivo di rete in grado di svolgere molteplici funzioni: oltre ad agire come centralino telefonico per comunicazioni VoIP (Voice Over IP), l’unità  può infatti operare come router, concentratore Vpn e firewall di sistema, gestendo non solo le comunicazioni telefoniche, ma anche un sistema per il collegamento sicuro di sedi remote e tele-lavoratori alla sede centrale dell’azienda.

Il 3510 può essere amministrato e configurato attraverso l’interfaccia Web di sistema e quindi sfruttando un normale browser Internet, proprio come avviene sui router Soho o dedicati alla piccola e media azienda. Come di consueto per i prodotti Draytek la prima configurazione è semplificata da una serie di procedure assistite che guidano l’utente nell’impostazione dei parametri di base, rendendo relativamente intuitiva la creazione di regole di routing telefonico anche agli utenti meno esperti. Al contrario, il manuale cartaceo di avvio rapido fornito con il prodotto non è particolarmente esaustivo, soprattutto nel definire alcuni concetti base per la creazione di una struttura VoIP.

Dal punto di vista hardware, il sistema offre due porte Fast Ethernet per la definizione di una doppia interfaccia verso Internet o la Wan; le due porte possono essere impostate in modalità  fail-over o load-balancing. La connettività  locale è gestita tramite uno switch Fast Ethernet a quattro porte integrato nel dispositivo, al quale si aggiungono due slot che possono essere utilizzati per il collegamento di schede Isdn o analogiche.

Fail-over:

Modalità  per la gestione di linee di connessione ridondanti: l’interfaccia primaria fornisce la connettività , la secondaria è pronta a subentrare in caso di guasti o malfunzionamenti. In modalità  load-balancing, le due interfacce son attive contemporaneamente e il traffico è bilanciato sul doppio canale.

Esistono quattro tipi di schede: la Isdn 4 TE fornisce quattro canali per collegare il 3510 a un centralino Isdn preesistente ed espandere così una struttura telefonica già  installata. Il modulo 2 TE / 2 NT offre invece due canali verso il centralino Isdn e due interfacce per la connessione diretta di altrettanti telefoni digitali Isdn al dispositivo Draytek.

Per quanto riguarda invece le connessioni analogiche, la scheda Fxo è indicata per il trunking tra il 3510 e un centralino già  installato, quella Fxs per l’aggancio di telefoni o fax al VigorIPPBX. Nel complesso il sistema di connettività  fornito dalla casa taiwanese è versatile e scalabile; le sole quattro porte Ethernet per la Lan possono sembrare poche, ma il 3510 è pensato per operare in coabitazione con switch esterni. Più discutibile è semmai la scelta di utilizzare uno switch Fast Ethernet e non Gigabit, visto il costo sempre più ridotto di questa tecnologia e le funzionalità  di router centrale che il 3510 può svolgere. Restando in ambito di connettività , segnaliamo infine una porta Usb 2.0 che può essere utilizzata per agganciare storage esterno utile a conservare i messaggi voicemail dell’apparato telefonico o per aggiungere al sistema un’ulteriore interfaccia Wan su rete cellulare attraverso una chiavetta 3G.

Come centralino telefonico VoIP, il VIgorIPPBX 3510 è in grado di gestire sino a 6 account Sip contemporaneamente, organizzando il traffico in uscita sulle diverse direttive in base a un piano di composizione e inoltro che minimizzi i costi per l’azienda. Sul fronte locale sono invece supportate sino a 100 estensioni, sulle quali possono essere definiti i consueti meccanismi di gestione delle chiamate (inoltro, trasferimento, gruppi di risposta, parcheggio di chiamata, subentro). Non manca un modulo Ivr (Interactive Voice Responder), per la creazione di un sistema di risposta automatico evoluto, e la già  citata voice mail con invio automatico dei messaggi registrati tramite posta elettronica.

Per supportare al meglio le comunicazioni da sedi remote, oltre al consueto firewall Spi il 3510 integra un completo sistema di gestione delle Vpn con supporto a un massimo di 32 tunnel e una banda passante di 50 Mbps grazie al processore dedicato. Sono supportati i più diffusi protocolli (IPSec, L2tp e Pptp) e nel pacchetto è fornito gratuitamente anche il client Windows per il collegamento da remoto.

Nessun Articolo da visualizzare