Networking

I nuovi adattatori PowerLine con switch integrato

Redazione | 18 Agosto 2009

Gli adattatori PL-3310 permettono di sfruttare la rete elettrica per i collegamenti Ethernet, con velocità  reali sino a 50 Mbps. Ciabatta di distribuzione e switch Lan a 3 porte integrati.

 220-levelone-ape.jpg
Abbiamo più volte recensito adattatori PowerLine, i dispositivi che consentono di trasformare l’impianto elettrico di casa in una sorta di “hub Ethernet esteso” per collegare apparati di rete residenti in locali diversi senza dover ricorrere a costosi e complicati nuovi cablaggi. Il prodotto propostoci da LevelOne è però qualcosa di più di un semplice adattatore: si tratta a tutti gli effetti di una sorta di ibrido tra una ciabatta elettrica e uno switch di rete, utile per agganciare a un’unica presa a 220V 6 apparati elettrici e 3 dispositivi di rete. Le caratteristiche tecniche dell’HomePlug Pro Power Bridge lo rendono adatto non solo per le utenze domestiche, ma anche per quegli uffici, studi professionali o attività  commerciali che non vogliono o non possono permettersi la stesura di nuovi cavi, ad esempio perché ubicati in edifici di valore storico o artistico.
Fisicamente il dispositivo LevelOne non può certo dirsi un trionfo del design: la forma ricorda quella di un grosso fungo nero, sormontato dal pulsante di accensione che è sua volta circondato dalle 6 prese elettriche di tipo schuko. La parte inferiore del telaio in plastica ospita invece lo switch Fast Ethernet a tre porte e l’apparato di led che permette di monitorare lo stato dell’unità .
Il chipset su cui si basa il PL-3310 è un Intellon INT6300CS che garantisce l’aderenza allo standard PowerLine HomePlug AV, la specifica sicuramente più diffusa tra questo genere di dispositivi e in grado di offrire una banda teorica di 200 Mbps.

220-levelone-zoom-03.jpg
Chipset collaudato
La piattaforma Intellon (qui coperta da cavi e dissipatori) offre prestazioni teoriche di 200 Mbps e throughput reali di 50 megabit al secondo.

.
L’installazione del prodotto è all’insegna del più totale plug ‘n’ play: è sufficiente collegare l’apparato a una qualsiasi presa elettrica sulla medesima rete di un altro dispositivo HomePlug AV affinchè le tre porte Ethernet divengano automaticamente parte della rete preesistente. Come abbiamo avuto più volte modo di ricordare su PC Professionale la tecnologia HomePlug opera sulla banda di frequenza dai 2 ai 28 MHz e per questo il contatore elettrico dell’impianto costituisce di fatto un firewall naturale che impedisce l’accesso alla rete agganciando altri dispositivi a utenze esterne. Per lo stesso motivo è importante evitare di collegare gli apparati HomePlug a valle di gruppi di continuità  o prese filtrate, dal momento che il segnale utile potrebbe essere bloccato come uno sbalzo di tensione anomalo. Ribadiamo d’altro canto come i prodotti basati su questa tecnologia siano assolutamente innocui, sia per la sicurezza personale sia per l’incolumità  dei dispositivi di rete collegati, dal momento che i circuiti elettrici e di rete restano fisicamente separati.

220-levelone-zoom-02.jpg

Sicurezza in un clic
Il security button, qui visibile a destra, permette di configurare una rete privata in pochi secondi per la massima protezione degli accessi.

.
Per chi desiderasse un’ulteriore garanzia di riservatezza dei dati, il sistema permette di definire una rete privata tra un gruppo di adattatori HomePlug: per farlo è predisposto il piccolo pulsante security button, situato di fianco ai led di controllo sulla parte inferiore del dispositivo. È sufficiente premere il tasto dei dispositivi che si desiderano accoppiare per 10 secondi in modo da porli “in ascolto”. A questo punto si hanno a disposizione 120 secondi per premere brevemente il pulsante su ciascun adattatore che si vuole includere nella rete. In qualsiasi momento è possibile aggiungere alla rete privata ulteriori dispositivi con una procedura analoga. Tutte le informazioni in transito sulla rete HomePlug sono inoltre cifrate con codici Aes a 128 bit.

220-levelone-zoom-01.jpg

Tre porte di rete
Lo switch Fast Ethernet integrato nell’unità  permette di collegare sino a tre apparati di rete con velocità  di collegamento locale a 100 Mbps.

.
Per i test di laboratorio abbiamo utilizzato due dispositivi PL-3310, collegandoli a prese separate e progressivamente più lontane fra di loro: nella posizione A i due adattatori sono agganciati a due prese nella medesima stanza e a distanza a muro di circa 5 metri; nella posizione B in due locali adiacenti e con una distanza di 10 metri. Per i test in posizione C la distanza sale a 20 metri, mentre nella conclusiva prova in posizione D i due dispositivi sono stati collegati a prese elettriche a circa 25 metri. Ad ogni apparato LevelOne è stato collegato un notebook, occupando una singola porta di rete per adattatore, mentre delle sei prese elettriche integrate, tre sono state utilizzate durante le misurazioni (oltre all’alimentazione dei notebook, per televisore e videoregistratore da un lato, per stampante e monitor dall’altro).
I risultati sono stati perfettamente in linea con le aspettative, confermando le prestazioni del chpset Intellon, una delle soluzioni più diffuse in ambito HomePlug e quindi già  provata più volte su queste pagine. Il throughput disponibile a livello Tcp/IP è di 50 megabit al secondo, e rimane di fatto invariato in tutte le postazioni di prova.
Oltre alla velocità  media dei trasferimenti (di poco inferiori alle performance di un collegamento Wi-Fi 802.11n), abbiamo ancora una volta apprezzato la stabilità  del segnale, non soggetto a cali di banda improvvisi come spesso avviene nel wireless, e l’insensibilità  a interferenze provocate dagli apparati elettrici collegati ai PL-3310.
levelone-voto.pngChiaramente se più di due dispositivi comunicano sul canale PowerLine contemporaneamente la banda a disposizione deve essere condivisa, ma anche con due flussi attivi il throughput è più che sufficiente per le applicazioni più demandanti, e in un ambiente domestico o in un piccolo ufficio raramente sono attive più di due connessioni audiovisive (la navigazione su Web, chiaramente, non richiede che una minima parte della banda).
La tecnologia HomePlug si conferma ancora una volta un ottimo complemento al cablaggio tradizionale, particolarmente adatto per la trasmissione di flussi audiovisivi, anche in alta definizione, e per estendere la rete locale senza dover stendere nuovi cavi nelle canaline.

Da PC Professionale di luglio 2009

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.