reti-mobile-copertura-84-percento-popolazione

Le reti 3G e 4G coprono l’84% della popolazione mondiale

Secondo l’edizione 2016 del report “Measuring the Information Society Report” dell’International Telecommunication Union, le connessioni mobili che rientrano a pieno titolo tra quelle definite a “banda larga” (3G) riescono a coprire l’84 percento della popolazione mondiale, un dato che comunque si ridimensiona al 67% se si considerano le aree non urbanizzate.

Se ci si concentra invece sul dato che riguarda l’accesso alle reti LTE – o anche con performance più elevate – l’accesso a questo tipo di soluzioni tlc è disponibile unicamente per la metà  della popolazione mondiale. Il report, inoltre, mette in evidenza come 3.9 miliardi di persone, però, non siano online.

Secondo lo studio, poi, gli utenti che non sono particolarmente interessati a connettersi al mondo del web sono le donne, le persone della terza età , coloro i quali non dispongono di una formazione elevata, o ancora, quelli che non percepiscono redditi elevati o, infine, coloro i quali risiedono in zone rurali, dove poi anche “fisicamente” il servizio non è disponibile.

Tra le ragioni del digital divide, secondo quanto evidenzia il report, si manifestano le tariffe onerose per usufruire dei servizi o, ancora, la scarsa qualità  di questi ultimi per quanto riguarda l’offerta di determinati operatori. Lo studio sottolinea poi come le persone con un livello più elevato di formazione – e che dispongono di redditi più alti – sono più favorevoli a fruire di servizi web di ultima generazione, come quelli relativi agli acquisti (e-commerce) o finanziari (internet banking) o di e-government.

Per contro, gli utenti con una formazione meno elevata, userebbero il mondo del web più per scopi di entertainment e per comunicare. Se voleste conoscere altri dettagli di questo interessante studio, vi rimandiamo al seguente link.

Nessun Articolo da visualizzare