Hardware

Pixma MX420: Mfp entry level tuttofare

Redazione | 4 Luglio 2011

La nuova unità  di Canon è una soluzione completa e versatile per gestire attività  moderate di stampa e copia a […]

La nuova unità  di Canon è una soluzione completa e versatile per gestire attività  moderate di stampa e copia a casa e in ufficio.

Anteprima di Marco Martinelli

Articolo tratto da PC Professionale 242 del mese di maggio 2011

Elegante multifunzione 4-in-1 per casa e piccolo ufficio, la Pixma MX420 sostituisce la precedente MX350, provata nel numero 233 (agosto 2010) della rivista. Questo nuovo modello non rappresenta che una piccola evoluzione delle specifiche e del software rispetto alla versione che va a rimpiazzare, già  rivelatasi un prodotto apprezzabile per versatilità  e resa qualitativa.La nuova MX420 si caratterizza per la buona dotazione hardware, che include uno scanner a letto piano con sensore Cis da 1.200 x 4.800 ppi e Adf da 30 fogli, una stampante da 8,7 ipm in bianco e nero e 5 ipm a colori (in standard ISO/IEC 24734), un fax autonomo Super G3 con opzione di backup su memorie esterne, un lettore di schede di memoria e supporti flash Usb per la stampa (solo foto o Pdf creati dall’unità ) e per il salvataggio dei documenti in modalità  autonoma. Buona la connettività : oltre all’Usb 2.0, troviamo le interfacce di rete Fast Ethernet e Wi-Fi 802.11 b/g/n; opzionale, invece, il Bluetooth.

La funzionalità  wireless estende l’uso della periferica con dispositivi mobili, come iPhone, iPod Touch, iPad e apparecchi basati su Android, che possono trasmette immagini in stampa attraverso l’applicazione Canon Easy Photo Print, scaricabile gratuitamente sull’App Store e sull’Android Market. L’unità  è governata da un pannello operatore con display Tft da 6,2 cm di buona qualità  che, nonostante le dimensioni, offre un’anteprima realistica di scansioni e stampe; l’accesso ai menu e alle opzioni è facilitato da una bussola a controllo girevole e dai tasti di accesso rapido. Tra le novità  di spicco della nuova Pixma rientra la funzione Full Hd Movie Print, gestita da un’applicazione dedicata che consente di visualizzare, salvare in formato Jpeg oppure stampare fotogrammi in alta definizione estrapolati da video ripresi con una fotocamera Canon. Come di consueto, il corredo software comprende l’applicazione centralizzata Solution Menu, che dà  accesso a tutte le funzioni di scansione, stampa, manutenzione e connessione al Creative Park, il portale di Canon dedicato alla stampa creativa.

Nei test di laboratorio, la MX420 ha sostanzialmente replicato le prestazioni della MX350 sul piano velocistico e qualitativo. La stampante, equipaggiata con testine da 4.800 x 1.200 dpi integrate nelle due cartucce (una per il nero a pigmenti e l’altra per i tre colori Cmy), ha completato la batteria di stampe campione in 21 minuti e 30 secondi, producendo caratteri definiti e con solo lievissimi aloni ai bordi. Gli elaborati grafici monocromatici hanno evidenziato un’elevata precisione e continuità  delle linee sottili, mentre quelle a colori hanno esibito tinte vivaci anche su carta comune. Le fotografie riprodotte sugli ottimi supporti Canon hanno mostrato colori naturali, un buon livello di dettaglio, sfumature morbide e assenza di fastidiose dominanti. Anche la sezione di scansione ha offerto buone prestazioni, con risultati velocistici leggermente migliori a quelli del modello precedente e una sostanziale conferma della precisione di acquisizione di documenti e fotografie. Tra i punti di forza della MX420 va annoverata senza dubbio l’ottima gestione in modalità  autonoma, agevolata dalle numerose opzioni di ottimizzazione di scansione e stampa e da funzionalità  come il salvataggio diretto degli originali acquisiti su memorie esterne nei formati Pdf o Jpeg.

In conclusione, sulla Pixma MX420 possiamo confermare il giudizio positivo espresso sul modello precedente, come pure l’avvertenza di acquistarla se si prevede un’attività  moderata in stampa e copia: con le cartucce standard, il costo pagina varia tra 8,8 e 19 centesimi di euro in nero e a colori, valori non particolarmente concorrenziali. I consumabili ad alta capacità  riducono i costi unitari, rispettivamente a 6,2 e 14,9 centesimi.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.