moon-express-mx-1-robot-missioni-private-luna

Moon Express presenta MX-1, il robot per andare sulla luna

Dagli Stati Uniti, arriva la notizia che la federal aviation administration ha autorizzato le missioni sulla luna gestite da agenzie spaziali private e, a questo proposito, Moon Express ha fatto sapere, proprio di recente, che molto probabilmente già  durante il prossimo anno dovrebbe essere in grado di organizzare il primo viaggio sulla luna, utilizzando il robot MX-1, le cui dimensioni non sono di molto superiori a quelle di una valigia.

Una volta giunto a destino, la macchina dovrebbe essere in grado di muoversi agevolmente sul nostro satellite, attraverso una serie di salti e, secondo i piani di Moon Express, il robot dovrebbe essere coinvolti in tre differenti missioni sulla luna, entro il quadriennio 2017-2020. L’azienda californiana – la cui sede è a Palo Alto – potrebbe far suo il Google Lunar XPrize, il riconoscimento istituito da Big G per chiunque porti la tecnologia sulla luna.

Grazie alla partnership con il programma Nasa Innovative Lunar Demonstrations Data – che punta a rendere possibile l’organizzazione di missioni sulla luna attraverso l’uso di robot, mantenendo sotto controllo i costi – Moon Express ha pure stretto un accordo con l’aeronautica degli Stati Uniti affinché possa utilizzare per il lancio delle sue missioni le piattaforme 17 e 18 presenti a Cape Canaveral.

La società  di Palo Alto non è comunque ancora pronta per il lancio effettivo: prima, dovrà  ottenere le autorizzazioni finali da parte delle agenzie federali USA, la Casa Bianca e anche dalle commissioni del Congresso e, ancora, Moon Express dovrà  completare l’assemblaggio del lander e effettuare dei test anche al vettore attraverso il quale MX-1 potrà  raggiungere l’orbita lunare.

Nessun Articolo da visualizzare