Storage

Da Fujitsu il primo disco da 320 Gbyte e 7.200 giri

Davide Piumetti | 25 Marzo 2008

Fujitsu Hdd

Fujitsu aggiorna la propria linea di dischi da 2,5 pollici ad elevate prestazioni, unendo per la prima volta a una velocità  di rotazione di 7.200 giri capacità  molto elevate.

Fujitsu aggiorna la propria linea di dischi da 2,5 pollici ad elevate prestazioni, unendo per la prima volta a una velocità  di rotazione di 7.200 giri capacità  molto elevate.

I nuovi dischi, chiamati MHZ2 BJ, hanno capienze di 80, 120, 160, 250 e 320 Gbyte; interfaccia Sata II da 3 Gbit/s e 16 Mbyte di cache integrata. Molto interessanti anche i tempi di accesso, paragonabili a quelli di molti modelli da 3,5 pollici: i dati riportati da Techpowerup indicano 10,5 ms in lettura e 12,5 ms in scrittura.

 

fujitsu.jpg

Finora sul mercato dei dischi per portatili non era possibile avere contemporaneamente capienze e prestazioni così elevate; i dischi da più di 200 Gbyte erano infatti quasi tutti dotati di velocità  di rotazione di 5.400 o 4.200 giri al minuto. Con questa mossa la casa giapponese propone dunque un prodotto destinato a diventare il punto di riferimento, almeno nel breve periodo, nel settore dei dischi da 2,5 pollici, in attesa della risposta delle altre case e della drastica riduzione di prezzo dei dischi allo stato solido.

fujitsu-lancia-Hybrid-Cloud-connect-aziende

News

Fujitsu lancia Hybrid Cloud Connect per la digitalizzazione delle aziende

Davide Micheli | 8 Agosto 2016

Cloud Fujitsu

L’azienda giapponese Fujitsu ha lanciato una nuova soluzione pensata per permettere una digitalizzazione efficiente e sicura delle aziende.

La transizione digitale rappresenta per le aziende un’ottima occasione per rinnovare il proprio modo di lavoro, incrementando la produttività : tuttavia, il passaggio alla nuvola, porta con sé anche sfide per quanto riguarda la sicurezza, un argomento che Fujitsu ha preso molto sul serio, nello sviluppo del suo servizio Hybrid Cloud Connect, pensato appunto per aiutare le aziende a compiere questo fondamentale passo verso l’innovazione.

Alla base della nuova soluzione proposta dalla società  di Tokyo, c’è la possibilità  di integrare in modo ottimale i servizi su nuvola all’interno delle reti aziendali, attraverso una migliore connettività  – rendendo sempre disponibili quindi le risorse – e, nel contempo, garantendo un miglior lievllo qualitativo del servizio, affinché l’utilizzo di applicazioni studiate per l’ambito business sia possibile anche con cloud pubblici.

Anziché puntare sulle normali connessioni ad Internet, infatti, utilizzando la soluzione di Fujitsu le aziende possono beneficiare di un miglior livello di esperienza utente: questa soluzione, poi, è stata principalmente concepita per rendere ancor più semplice ed efficace l’utilizzo di Fujitsu Cloud Service K5, e in particolare, per rendere la fruizione di Fujitsu Digital Business Platform MetaArc ancor più avvincente.

Grazie all’utilizzo di connessioni private di rete, il servizio dell’azienda giapponese crea una maggiore stabilità  del collegamento tra i data center delle aziende e i provider dei servizi sulla nuvola, offrendo in questo modo un prezioso assist per spingere gli utenti verso soluzioni che permettano di ottenere il meglio dall’uso di un cloud pubblico, senza doversi preoccupare della banda, della latenza o dei rischi per la sicurezza.

fujitsu-cloud-service-k5

Software

Fujitsu Cloud Service K5: una spinta al digitale per tutti

Davide Micheli | 2 Giugno 2016

Cloud Fujitsu Social

Una delle aziende nipponiche tra le più in vista per quanto riguarda l’offerta di prodotti IT, è sicuramente Fujitsu: ora, il brand giapponese ha lanciato Cloud Service K5, una soluzione pensata per favorire la digitalizzazione avanzata delle aziende.

La competitività  delle aziende si gioca sempre più sulla capacità  di gestire le informazioni in maniera efficiente e produttiva: poter operare in ogni istante, condividendo le risorse tra colleghi attraverso l’uso di servizi cloud evoluti, sta diventando di cruciale importanza per assicurarsi il successo. Ecco perché un big player del mercato IT come Fujitsu ha reso noto il lancio a livello mondiale del suo nuovo servizio Cloud Service K5.

Questa nuova proposta del brand nipponico, altro non è che una moderna piattaforma cloud che punta sostanzialmente a favorire una transizione facilitata alle aziende verso la digitalizzazione: Cloud Service K5 permette infatti di “trasportare” il proprio sistema IT di tipo tradizionale nell’universo del cloud, creando le condizioni affinché si possa ottimizzare l’operatività , dotandosi di applicazioni più efficienti e potenti.

Fujitsu ha saputo infatti inserire nel suo Cloud Service K5 una serie di tecnologie che possono supportare lo sviluppo, e parallelamente anche l’utilizzo, di applicazioni tipo Cloud Fast IT e Systems of Engagement: ma d’altro canto, nella stessa piattaforma cloud del brand giapponese, è anche possibile portare con sé le Robust IT e Systems of Records, tutte le risorse tradizionali di cui si dispone, unendole all’universo Cloud.

In questa maniera, la propria azienda non deve necessariamente rinunciare all’uso dei suoi abituali sistemi di lavoro a causa della migrazione Cloud: e questo è sicuramente il punto di forza del lavoro fatto da Fujitsu, che accompagna idealmente le aziende verso il futuro senza costringerle a sostituire applicazioni adottate da parecchio tempo e strutturate in funzione delle necessità  operative.

Il nuovo Cloud Service K5 di Fujitsu è disponibile nelle versioni Public Cloud, Virtual Private Hosted, Dedicated e Dedicated On-Premise.

Hardware

ScanSnap iX100, scansioni perfette ovunque

Redazione | 11 Marzo 2015

Fujitsu Scanner

Fujitsu valorizza la mobilità  con uno scanner portatile ancora più leggero, compatto e dotato di connettività  wireless. La prova su […]

Fujitsu valorizza la mobilità  con uno scanner portatile ancora più leggero, compatto e dotato di connettività  wireless. La prova su strada.

Lo ScanSnap iX100 arricchisce la famiglia dei dispositivi Fujitsu dedicati alla scansione documentale rivolgendosi in particolare agli utenti mobili, che richiedono strumenti di lavoro comodi da trasportare e utilizzare anche fuori dall’ufficio ma senza rinunciare a versatilità  e prestazioni. Il nuovo scanner a rullo di trascinamento, insignito del prestigioso Good Design Award dal Japan Institute of Design Promotion, si distingue per le dimensioni contenute (273 x 47.5 x 36 mm) e per il peso di soli 400 grammi: caratteristiche che non hanno comunque impedito ai progettisti di implementare una batteria ricaricabile via Usb agli ioni di litio – sufficiente per circa 260 scansioni A4 – e un modulo Wi-Fi per la connettività  in modalità  infrastruttura o diretta. L’acquisizione, effettuata dal sensore Cis da 600 ppi ottici, si attiva dal tasto di scansione remota sull’apparecchio oppure da ScanSnap Manager e ScanSnap Connect, i software di controllo rispettivamente lato Pc e dispositivi mobili Android e iOS.

Due le novità  funzionali di rilevo da segnalare. La prima, denominata Dual Scan, consente di acquisire e riconoscere contemporaneamente due documenti di piccole dimensioni, mentre la seconda, l’unione automatica di un foglio piegato a metà , è utile con originali di grandi dimensioni, scanditi in due passaggi e successivamente riassemblati automaticamente dal software di gestione. Come tutti i dispositivi Fujitsu, anche l’iX100 non è compatibile Twain e necessita del driver proprietario, una caratteristica vincolante ma ammissibile, soprattutto perché il software di gestione integrato raggiunge vertici di eccellenza in tema di facilità  d’uso e flessibilità . Il setup è semplice e veloce, anche per quanto riguarda la connettività  wireless, che in presenza di un router compatibile Wps si risolve in pochi istanti, analogamente all’installazione e alla configurazione dell’app sui dispositivi mobili. Il passaggio dal Pc alle altre periferiche non richiede alcuna procedura: quanto si attiva l’app remota si disattiva automaticamente il gestore ScanSnap Manager sul Pc, e viceversa.

Nei test di laboratorio, l’iX100 ha esibito ottime prestazioni sotto ogni aspetto. Lo scanner si è dimostrato un vero e proprio “macinatore” di documenti, che lavora in perfetta sinergia con il software dedicato: nella condizione predefinita, all’utente è sostanzialmente delegato il solo compito di alimentare i fogli. Destinazione, tipo e formato di output (Pdf o Jpeg), possono essere gestiti in completo automatismo oppure in modo personalizzato, un’evenienza di cui difficilmente si sentirà  la necessità .

Mantenendo attivata l’impostazione predefinita di scansione continua, è sufficiente avviare il dispositivo dal pulsante sul pannello e inserire originali di varia natura e dimensioni, siano essi testi, immagini, biglietti da visita, badge plastificati, ricevute o quant’altro: una seconda pressione sul tasto Scan/Stop concluderà  la sessione consentendo di ottenere un output costituito, per esempio, da singoli file in formato Jpeg oppure da un Pdf multipagina. Ferma restando, naturalmente, la possibilità  di scandire e inviare le immagini verso una delle destinazioni previste da ScanSnap Manager, dalle cartelle condivise all’email, ai servizi cloud oppure a programmi esterni per successive elaborazioni, come nel caso dell’Ocr effettuato da FineReader di ABBYY, fornito in dotazione.

iX100_left_spath_A3read_facedown_e

Nel merito delle prestazioni, le scansioni dei documenti campione e delle fotografie fino all’A4 hanno richiesto una media di 6 secondi a pagina fino a 300 dpi a colori e 600 in monocromatico, tempo aumentato a 21 secondi a 600 e 1.200 dpi rispettivamente a colori e in bianco e nero. I risultati sono stati valutati di ottima qualità  sia riguardo alla definizione generale sia per il bilanciamento cromatico. In definitiva, lo ScanSnap iX100 si è rivelato un perfetto strumento di lavoro mobile, in grado di digitalizzare pressoché ogni genere di documento con facilità , precisione ed efficienza.
Marco Martinelli

[box type=”shadow” ]
CARATTERISTICHE TECNICHE
Tipo di scanner: a rullo di trascinamento • Sensore immagine: Cis • Risoluzione ottica: 600 ppi • Velocità  di scansione: 5,2 sec/pag. colori/bn a 300 ppi, 20,4 sec/pag. colori/bn a 600 ppi • Area di scansione: 216 x 863 mm • Interfaccia: Usb 2.0, Wi-fi 802.11n • Autonomia delle batteria: 260 scansioni A4 a 330 dpi via Wi-Fi • Sistemi operativi compatibili: Windows Vista e successivi, Mac OS X 10.7 e successivi • Dimensioni (L x A x P): 273 x 36 x 47,5 mm • Peso: 400 g
[/box]

Fujitsu ScanSnap iX100

Euro 279,38 Iva inclusa

+ PRO
Peso e dimensioni minimi
Alimentazione autonoma
Scansioni su Pc e dispositivi mobili
Connessione Wi-Fi diretta
Precisione di funzionamento anche con originali leggeri o spessi
Facilità  d’uso

– CONTRO
Alimentatore da rete e custodia di trasporto opzionali
Driver proprietario

Produttore: Fujitsu, www.fujitsu.com

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.