Seagate Savvio 15k.2: massime prestazioni e minimo ingombro

Seagate, leader mondiale nella produzione di dischi, ha presentato la nuova generazione di dischi server di fascia alta, dedicati al segmento enterprise in cui le prestazioni del comparto dischi sono fondamentali.

savvio_15k_1_sm_106x106.gifI nuovi Seagate Savvio 15k.2 rappresentano la seconda generazione di dischi da 2,5 pollici di diametro e velocità  di rotazione di 15.000 giri al minuto, e sono disponibili con l’ormai classica interfaccia Sas funzionante a 6 Gbit/s. A questo indirizzo potete trovare una prova in cui sono protagonisti i modelli 15k.1 e i migliori dischi desktop tradizionali, che illustra le enormi differenze prestazionali (in termini di operazioni per secondo) tra i dischi da 15.000 giri e “tutto il resto”.

Il produttore dichiara incrementi prestazionali, rispetto ai migliori dischi da 3,5 pollici, nell’ordine del 115% sui trasferimenti di basso livello contestualmente a una riduzione dei consumi di oltre il 70%.

Due le tecnologie impiegate che Seagate sottolinea con insistenza, la prima prende il nome di Powertrim e permette di modificare in maniera istantanea il consumo del disco in base al carico di lavoro, riducendolo in maniera consistente quando poco impiegato. La seconda è invece chiamata SED (SelfEncripting Drive) e riguarda invece una funzionalità  crittografica hardware che sarà  implementata solo sui dischi destinati al mercato OEM.

Solo due i modelli appartenenti alla famiglia Savvio 15k.2, che si differenziano solo per la capacità : 73 o 146 Gbyte. La disponibilità  è prevista per il mese di dicembre, quando Seagate svelerà  anche i prezzi di questi nuovi (presunti) campioni prestazionali.

Nessun Articolo da visualizzare