Storage

Thunderbolt e Raid: velocità  e capienza

Giorgio Panzeri | 7 Febbraio 2013

Da Western Digital un disco esterno con connessione Thunderbolt e due unità  VelociRaptor a 10.000 giri per la massima velocità  […]


Da Western Digital un disco esterno con connessione Thunderbolt e due unità  VelociRaptor a 10.000 giri per la massima velocità  anche in ambiente Mac.

Anteprima di Davide Piumetti

La nuova connessione ad alta velocità  propria dei sistemi Apple (ma in arrivo anche su qualche scheda madre per Pc Windows) ha portato a un rinnovo quasi totale delle periferiche ad alte prestazioni dedicate ai professionisti operanti con sistemi Macintosh. Western Digital, tra le prime grandi realtà  del settore a interessarsi a questo nuovo scenario, ha da tempo approntato una nuova linea di prodotti battezzati “Thunderbolt Duo”, successori degli storici modelli a doppio disco che hanno spopolato sulle scrivanie dei professionisti come (veloce) spazio di archiviazione esterno.

La caratteristica del prodotto è quella di utilizzare due dischi distinti all’interno dello stesso chassis connesso tramite un’interfaccia veloce, permettendo all’utente di scegliere se e quale catena Raid utilizzare per i dischi. Le modalità  disponibili, Raid 0 oppure 1, sono dedicate a utilizzi diversi, in modo da avere capacità  pari alla somma dei dischi e velocità  doppia nel primo caso, capacità  dimezzata ma sicurezza e duplicazione dei dati nel secondo. In questa pagina vogliamo però mostrarvi l’evoluzione prestazionale di queste soluzioni, grazie all’ultimo nato in casa Western Digital derivante direttamente dalla linea dischi più veloci di cui dispone il produttore: il VelociRaptor Duo.

L'estrazione dei dischi interni è molto semplice e non necessita di alcun attrezzo.

L’incrocio tra i dischi da 10.000 giri prodotti dalla casa e lo chassis Thunderbolt a doppio slot disco ha infatti prodotto un ibrido estremamente interessante. Sulla carta una capacità  di 2 Tbyte non ha mai avuto velocità  proprie di questo tipo, che nelle condizioni più favorevoli sfiorano quelle di un moderno disco allo stato solido. Costruttivamente ci troviamo di fronte a un classico disco My Book di Western Digital. Questo si traduce in una grande cura costruttiva, qualità  dei materiali e attenzione nella progettazione, per un dispositivo esterno dall’ottima qualità  globale.

Il box è costruito attorno ai due dischi interni, con un frontale in plastica liscio e una parte superiore traforata per l’aerazione. Semplicemente premendo la zona superiore si accede all’interno, con anche la possibilità  di rimuovere e sostituire di dischi presenti. Nel modello troviamo due prodotti identici, due VelociRaptor da 1 Tbyte che sono risultati (nella nostra prova qualche numero fa) i migliori dischi meccanici in commercio, con velocità  di punta vicine ai 200 Mbyte/s sia in lettura sia in scrittura.

Questo Duo, provato in combinazione con un MacBook Pro Retina da 13 pollici, porta in dote una versione delle WD utilities adattata, che permette una configurazione dello stesso modificandone i parametri principali e la gestione delle catene Raid interne. Le prestazioni sono eccellenti, in Raid 0 si raggiungono senza problemi velocità  di trasferimento da record, con quasi 400 Mbyte/s di picco e circa 330 di media, sia in lettura sia in scrittura. Utilizzando il Raid 1 i risultati si dimezzano, offrendo sicurezza dei dati a velocità  prossime ai 200 Mbyte/s.

Questo prodotto porta in dote alcune particolarità  mai viste prima nel settore. I professionisti, a caro (carissimo) prezzo s’intende, possono ora disporre di un disco esterno capiente e velocissimo in grado di operare anche in sicurezza in modalità  Raid 1.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.