Test: audio lossless con Philips GoGear Azure

GOGEAR 01Azure,  disponibile in due versioni (4 e 8 Gbyte di memoria) e declinato nei colori bianco o nero, è il modello di punta nella gamma dei riproduttori Mp4 di Philips, linea comprendente inoltre il più economico player Vibe che condivide molte delle caratteristiche di base del prodotto in prova ma è equipaggiato con un display di minori dimensioni ed è privo di connettività  Bluetooth e di microfono.

L’Azure ha un design tradizionale, con lo schermo che occupa circa due terzi della superficie totale e il rimanente spazio impiegato per i controlli costituti da un pad a 4 posizioni con tasto centrale più i comandi per l’accesso al menu/attivazione del Bluetooth e ritorno alla schermata precedente. Il volume è regolabile tramite un bilanciere posto sul lato sinistro, mentre il fondello ospita la porta Usb, l’uscita cuffia e il microfono.

Questo dispositivo non si limita alla sola riproduzione della musica nei formati Mp3, Wav, Wma, Ape e Flac, ma supporta anche i video codificati in Wmv 9 a 320 x 240 a 30 fps e le immagini in Jpeg, Bitmap e Png; altre funzionalità  includono la radio Fm con Rds e memorizzazione di 20 stazioni, la registrazione stereo delle trasmissioni oppure mono (in entrambi in casi in formato Wav) da microfono e il Bluetooth per la trasmissione del segnale a dispositivi esterni compatibili quali cuffie o diffusori.

Come anticipato in apertura, il Philips è disponibile in due tagli di memoria, 4 e 8 Gbyte: l’assenza di uno slot per schede di espansione rende preferibile la versione più costosa, soprattutto in considerazione della minima differenza di prezzo (circa 10 euro) che fa scendere il costo per gigabyte da 20,99 euro del modello base a 11,74 euro di quello più capiente.

➜ Continua a leggere: la prova di Philips GoGear Azure

1
2

Nessun Articolo da visualizzare