Hardware

Test: Epson Expression Photo XP-860

Redazione | 2 Dicembre 2015

Scanner Stampa

Ai vertici della linea Expression Photo, che distingue le unità  Epson a vocazione foto-centrica, l’XP-860 è dedicata ai fotoamatori che […]

Ai vertici della linea Expression Photo, che distingue le unità  Epson a vocazione foto-centrica, l’XP-860 è dedicata ai fotoamatori che richiedono elevate prestazioni nella stampa di immagini ma senza rinunciare alla versatilità  delle Mfp di fascia alta.

L’estrema compattezza, elemento strutturale peculiare delle nuove inkjet Epson, si accompagna a una dotazione eccezionalmente ricca per opzioni e funzioni: pannello di controllo tattile ad apertura motorizzata e inclinazione variabile con display da 4,3″ e menu grafico interattivo, doppio cassetto per la carta più alimentatore posteriore per fogli singoli, accessorio per la stampa su Cd/Dvd printable, vassoio di raccolta motorizzato, duplex, lettore di schede Sd e porta Usb/PictBridge – compatibile con memorie flash, unità  esterne autoalimentate Cd/Dvd/Blu-Ray e Hd fino a 2 TB – per la stampa di foto e per il salvataggio delle scansioni in modalità  autonoma. Sono inoltre presenti il modem/fax Super G3 con memoria dedicata per 180 pagine e l’Adf da 30 pagine con duplex per scansioni automatiche in fronte/retro mediante doppio passaggio nell’alimentatore.

Easy Photo Print è l'applicativo scelto da Epson per gestire la stampa fotografica. Il programma consente di definire il layout con estrema facilità .

Easy Photo Print è l’applicativo scelto da Epson per gestire la stampa fotografica. Il programma consente di definire il layout con estrema facilità .

L’elenco delle caratteristiche essenziali si completa infine con le porte di comunicazione cablate (Usb / Ethernet) e con il Wi-Fi, compatibile con la modalità  Direct; sono supportati i servizi di stampa e scansione legati al cloud e all’utilizzo remoto attraverso Epson Connect, Apple AirPrint, Google Cloud Print e, per quanto riguarda i dispositivi mobili, le app Epson iPrint e Creative Print. La configurazione di stampa si basa sulla quadricromia estesa per assicurare la massima resa con le foto, mediante utilizzo di inchiostri Claria Photo HD contenuti in un set di sei cartucce individuali – disponibili anche in versione XL per assicurare maggiore autonomia e contenere i costi di gestione – composto dai quattro colori base nero, ciano, magenta e giallo più il ciano e il magenta light, a bassa densità , aggiunti per aumentare i livelli di sfumature e la resa dei dettagli nella riproduzione fotografica.
[divider]
In vendita su Amazon.it
[asa PCPRO]B00N0QJAC0[/asa]
[divider]
Il motore è da 9,5 pagine al minuto in monocromatico e 9 a colori, mentre le testine Micro Piezo consentono di raggiungere la risoluzione massima di 5.760 per 1.440 dpi con emissione di gocce d’inchiostro del volume minimo di 1,5 picolitri. Copie e scansioni sono affidate al dispositivo a letto piano e Adf, equipaggiato di sensore Cis da 4.800 ppi e pilotato dal consueto driver Epson unificato per tutte le recenti unità  inkjet, che si caratterizza per le diverse modalità  operative (Principiante, Office e Professionale) con differenti interfacce grafiche studiate sia per facilitare l’utilizzo da parte di utenti inesperti sia per fornire tutti gli strumenti necessari agli operatori esperti. Sul versante software, la dotazione della Epson comprende il pratico applicativo di scansione Easy Photo Scan che consente l’editing e il ritocco automatico o manuale delle immagini e offre opzioni di invio per email o verso servizi cloud, il versatile Epson Print CD per la stampa su supporti ottici printable e il consueto Easy Photo Print (qui in versione 2.70.00W) per la stampa fotografica.

Easy Photo Print include funzioni di ritocco per ritratti, quali la correzione della definizione del viso e della radianza della pelle e dello snellimento.

Easy Photo Print include funzioni di ritocco per ritratti, quali la correzione della definizione del viso e della radianza della pelle e dello snellimento.

Nei test di stampa da Pc via Usb, l’XP-860 si è rivelata piuttosto performante in velocità , come confermano i tempi di 2 minuti e 47 secondi per completare un A4 in alta qualità  e di 35 secondi per una foto 10 x 15 cm in modalità  standard, senza bordo in entrambi i casi. In termini di resa generale, le prove di stampa da Photoshop si sono rivelate di eccellente qualità , superiori seppur in misura contenuta rispetto alla rivale Canon MG7750 in prova in termini di resa delle mezze tinte e di vivacità  dei colori: la carta Epson Premium Glossy ha restituito copie dalla superficie brillante, con gamma cromatica estesa, colori brillanti e tendenzialmente appena più saturi dell’ottimale a causa dell’intervento del Photoenhance, l’algoritmo di ottimizzazione dei livelli colore attivo di default nel driver ma disattivabile a richiesta. I toni sono comunque apparsi sempre naturali, caratteristica ben evidente nei ritratti che hanno indiscutibilmente beneficiato dell’apporto degli inchiostri ciano e magenta light, fondamentali elementi di miglioramento delle sfumature e della resa degli incarnati. In bianco e nero i risultati sono apparsi più che soddisfacenti, seppur non a livello di quelli raggiunti dalla Pixma MG7750 che si avvantaggia della cartuccia di inchiostro grigio: in questo caso la Epson ha prodotto sfumature morbide e un bel nero profondo, ma anche un grigio composito caratterizzato da una leggera dominante colore.

In modalità  di stampa autonoma da schede Sd e flash memory Usb la Epson offre un completo set di opzioni, comprensivo di strumenti di editing e regolazione fine quali il miglioramento automatico o impostato sul Print Image Matching, il rilevamento della scena (generica o ottimizzata per persone, paesaggi e scene notturne), la correzione degli occhi rossi, l’applicazione di filtri (seppia e monocromatico) e la regolazione degli attributi relativi a luminosità , contrasto, nitidezza e saturazione.

Il driver di stampa della XP-860 mostra le impostazioni essenziali nella home page, consentendo la modifica o la creazione rapida di nuovi parametri.

Il driver di stampa della XP-860 mostra le impostazioni essenziali nella home page, consentendo la modifica o la creazione rapida di nuovi parametri.

Le opzioni di stampa prevedono la scelta dei formati e delle carte Epson più utilizzate (tre di tipo lucido e una semi opaca) e tre gradi di qualità  (bozza, standard e migliore). Per quanto riguarda il controllo remoto dai dispositivi mobili, l’app Epson iPrint per Android e iOS consente di gestire le attività  di copia/scansione e stampa (senza offrire alcuna opzioni di editing o miglioramento delle immagini), accedere ai servizi cloud più diffusi, stampare pagine Web dal browser interno, amministrare i consumabili e altro ancora.
Marco Martinelli
[box type=”shadow” ]
LA PROVA A CONFRONTO DI DUE MULTIFUNZIONI
➜ Introduzione alla prova delle multifunzioni fotografiche
➜ Canon Pixma MG7750
➜ Epson Expression Photo XP 860
[/box]
[divider]
Euro 284,66 Iva inclusa
Cartuccia nero, ciano, magenta, giallo, ciano light e magenta light, 11,49 euro cadauna. Cartuccia nero XL, ciano XL , magenta XL, giallo XL, ciano light XL e magenta light XL, 18,49 euro cadauna.

+ PRO
Qualità  di stampa fotografica
Triplice sistema di alimentatore della carta, Adf e duplex in scansione e stampa
Stampa su Cd/Dvd printable

– CONTRO
Estrazione dei vassoi e caricamento supporti di stampa un po’ scomodi

Produttore: Epson, www.epson.it

Fotocopiatrice (iCopy)

Software

Download del giorno: iCopy – Free Photocopier 1.7.0

Alfonso Maruccia | 14 Gennaio 2020

Download Download del giorno Scanner Software Stampa

iCopy è un piccolo tool FOSS pensato per replicare in software i task di una fotocopiatrice, un programma in grado […]

iCopy è un piccolo tool FOSS pensato per replicare in software i task di una fotocopiatrice, un programma in grado di combinare e sfruttare al meglio scanner e stampante.

I dispositivi multifunzione (dotati di funzionalità di scansione, stampa e altro) sono oggi estremamente accessibili dal punto di vista economico, e un tool come iCopy – Free Photocopier permette di sfruttare al meglio tale tecnologia combinando scanner e stampa in un software per fotocopie essenziale ma al contempo potente e ricco di funzionalità.

iCopy permette infatti di combinare scansione e stampa in una singola “macchina fotocopiatrice” declinata sullo schermo del PC, un sistema che, al costo di un semplice click, è in grado di avviare lavori di copia complessi, salvare documenti in formato PDF e altro ancora.

Gli sviluppatori di iCopy – Free Photocopier promettono velocità, semplicità e accessibilità ma anche diverse modalità di scansione, una funzionalità “salva su file” o di anteprima, la compatibilità con tutti gli scanner e le stampanti WIA. In più, iCopy occupa pochissimo spazio su disco fisso e non richiede installazione.

L’ultima versione di iCopy distribuita in questi giorni (iCopy 1.70) aggiorna prima di tutto il codice al Framework .NET 4 in sostituzione del precedente (e non più supportato) .NET Framework 2, correggendo altresì un bug nella gestione dei percorsi dei file e aggiornando la traduzione in lingua francese.

Pagina ufficiale del download di iCopy – Free Photocopier 1.7.0 per Windows

Barcode Utility

News

Barcode Utility, la soluzione Brother alla sfida della digitalizzazione dei documenti

Alfonso Maruccia | 21 Febbraio 2019

Scanner Stampa

Barcode Utility è un software in grado di rendere il lavoro di digitalizzazione più facile, veloce ed efficiente. Una soluzione […]

Barcode Utility è un software in grado di rendere il lavoro di digitalizzazione più facile, veloce ed efficiente. Una soluzione intelligente per rispondere al meglio alle tante sfide che la “dematerializzazione” pone ad aziende, istituzioni e professionisti.

Quando parliamo di Barcode Utility, ci riferiamo a una delle Light Solutions proposte qualche mese fa da Brother. L’azienda nipponica è da tempo specializzata nelle soluzioni di stampa e gestione documentale in contesti aziendali, SOHO (Small Office/Home Office) e ambienti domestici. Un’esperienza messa quindi a frutto nella realizzazione di tecnologie in grado di “blindare” e rendere sicuro un processo tradizionalmente insicuro come quello della stampa (Secure Print+), ottimizzare il flusso di lavoro con un’esperienza di stampa personalizzata (Custom UI) e appunto di automatizzare e semplificare la digitalizzazione del materiale cartaceo in qualsiasi tipo di attività a base documentale (Barcode Utility).

Brother ha studiato in dettaglio il problema della digitalizzazione o “dematerializzazione” dei documenti, compiendo un vero e proprio viaggio all’interno dell’inefficienza aziendale derivante dall’uso – o più spesso dall’abuso – di grandi archivi cartacei. I faldoni ripieni di fogli di carta stampata occupano spazio, accumulano polvere, e nel peggiore dei casi sono in grado di sottrarre informazioni preziose ai flussi operativi più vitali– quelli a base di piattaforme digitali – del business aziendale.

Il regno dell’inefficienza analogica pretende ingenti quantità di tempo e risorse per conservare gli archivi, tenere una lunga traccia dei documenti – con tanto di procedure di controllo e vidimazione pre-tecnologiche – ed è, in ultima istanza, una delle principali preoccupazioni delle imprese italiane impegnate a rincorrere i vantaggi della digitalizzazione. La Trasformazione Digitale passa prima di tutto da un miglioramento della gestione interna dei dati, spiega Brother, e il sistema migliore per raggiungere questo risultato passa per la dematerializzazione e l’adozione di un approccio totalmente digitale.

Con un archivio completamente trasformato in file digitali, aziende e organizzazioni di ogni genere si allineano con le richieste di conformità previste dalle norme di legge (come il Decreto del 2004 del Ministero dell’Economia e quello Cnipa dello stesso anno), dove viene prevista espressamente la possibilità di conservare i documenti in formato digitale su supporti ottici – anche in via esclusiva e senza necessità di una copia cartacea se si fa uso della firma elettronica. Non solo lo spazio e le risorse richieste dall’archiviazione “fisica” si riducono notevolmente, la dematerializzazione permette anche di velocizzare e semplificare la ricerca dei documenti anche nei casi in cui le autorità di revisione e controllo ne facessero richiesta.

Per integrare al meglio la dematerializzazione all’interno dei processi aziendali, Brother consiglia l’uso di una “centrale di scansione” che si basi sull’utilizzo di uno scanner dedicato: le possibili soluzioni indicate dall’azienda prevedono l’impiego di scanner portatili (per i lavoratori impegnati “sul campo”), compatti oppure desktop laddove i volumi di scansione possono raggiungere tra le 1.500 e le 5.000 pagine al giorno.

Il vantaggio di Barcode Utility

Per chi ha bisogno di digitalizzare un gran numero di documenti o necessita di una soluzione di conversione di interi archivi cartacei, Barcode Utility fornisce uno strumento potente e intelligente in grado di automatizzare l’intero processo. La soluzione Brother prevede l’applicazione di un codice a barre – prodotto ad esempio grazie alle stampanti per etichette QL o con la gamma TD per etichette industriali– sui documenti da scansionare, dove ogni codice è pensato per codificare le istruzioni di digitalizzazione dettagliate.

Barcode Utility agisce poi (tramite un servizio attivo in background) raggruppando le singole pagine scannerizzate all’interno di file, rinominando i suddetti file e infine indirizzandoli nella cartella di destinazione più appropriata. Tutte le indicazioni per l’archiviazione sono specificate dal codice a barre, un sistema che garantisce una gestione strutturata dell’archivio digitale a prova di errori o perdite di dati.

Barcode Utility è in grado di riconoscere le seguenti 13 tipologie di codici a barre 1D e 2D: CODE 39, ITF, CODABAR, CODE 93, CODE 128, UPC-A, UPC-E, EAN-8, EAN-13, GS1 DATABAR, QR CODE, DATAMATRIX, PDF417. I documenti scansionati possono essere salvati in formato PDF, PDF/A-1b o grafico (TIFF). Il software è compatibile con sistemi operativi Microsoft Windows (lato client e server), con il supporto garantito da Windows 7 in poi.

I prodotti compatibili

La soluzione Barcode Utility richiede una versione custom dei seguenti scanner stand-alone: ADS-2400N, ADS-2800W, ADS-3000N, ADS-3600W.
Sono inoltre compatibili i seguenti modelli:
stampanti multifunzione laser monocromatiche: DCP-L5500DN, DCP-L6600DW, MFC-L5700DN, MFC-L5750DW, MFC-L6800DW(T), MFC-L6900DW(T), MFC-L6950DW, MFC-L6970DW
stampanti multifunzione laser a colori: DCP-L8410CDW, MFC-L8690CDW, MFC-L8900CDW, MFC-L9570CDW(T)
stampanti multifunzione inkjet: MFC-J5945DW, MFC-J6945DW, MFC-J6947DW. 

News

IrisPen Air A 7: sembra un evidenziatore ma è uno scanner

Redazione | 26 Febbraio 2016

Scanner Software

IrisPen Air 7 è la variante wireless dell’ultima generazione dello scanner manuale a penna di Iris. L’azienda belga lavora da […]

IrisPen Air 7 è la variante wireless dell’ultima generazione dello scanner manuale a penna di Iris. L’azienda belga lavora da molti anni su questi prodotti, e la versione 7 ha messo a frutto le conoscenze maturate con le versioni precedenti.

Lo scanner ha dimensioni simili a quelle di un evidenziatore, ed è molto facile da impugnare e da trasportare. Per catturare un brano di testo basta passare la sua testina sulle righe da salvare, qualunque sia il documento di partenza: libri, riviste, giornali, lettere o qualsiasi altro genere di testo, indipendentemente dalla rilegatura o dalla fascicolatura.

IrisPen

Il brano acquisito può essere inviato direttamente al computer oppure ai dispositivi mobile iOS e Android, grazie alla connessione senza fili Bluetooth. Nel giro di pochi istanti il testo catturato da IrisPen viene visualizzato direttamente sullo schermo del dispositivo di destinazione, dopo essere stato sottoposto al riconoscimento ottico e quindi in formato modificabile. La versione Pc del software di scansione offre anche la sintesi vocale: il testo catturato può essere letto in quaranta lingue diverse.

In vendita su Amazon.it
[asa PCPRO]B0107ES1P4[/asa]
[divider]

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.