Test: Sennheiser HD598

L’HD598 si distingue per il design esclusivo caratterizzato dalla livrea color crema della struttura, con inserti in legno, e per il rivestimento marrone dei driver. Si tratta di un prodotto longevo, saldamente affermato sul mercato e piuttosto apprezzato. Non appartiene alla categoria di cuffie che stupiscono al primo impatto, ma si fa decisamente apprezzare nel lungo periodo per un insieme di caratteristiche particolarmente indovinate.

Innanzitutto la comodità , veramente superlativa: tra le cuffie provate è quella che si indossa più facilmente, non stringe pur isolando abbastanza efficacemente, non fa sudare, è equipaggiata con padiglioni ben sagomati e sufficientemente ampi.

Si pilota facilmente, tuttavia l’accoppiamento con un amplificatore di qualità  può giovare alla resa globale, soprattutto per dare un po’ di risalto ai bassi che risultano appena in secondo piano. La timbrica è neutra, la risoluzione non raggiunge livelli elevatissimi ma risulta comunque piuttosto alta.

L’HD598 suona decisamente gradevole con tutti i generi musicali offrendo un fronte sonoro abbastanza largo, senza alcuna traccia di congestione anche nei passaggi più impegnativi: merito sicuramente della struttura aperta e della tecnologia E.A.R. Questa è una cuffia che non stanca mai, offrendo giustizia alla migliori registrazioni e contemporaneamente non penalizzando quelle peggiori rendendole inascoltabili o poco gratificanti.
Marco Martinelli

+ PRO
Estremamente confortevoli
Timbrica neutra e suono rilassante
Cavo lungo di buona qualità 

– CONTRO
Il design potrebbe non piacere a tutti

Produttore: Sennheiser, https://en-de.sennheiser.com
Euro 229,00 Iva inclusa

[box type=”shadow” ]Le nove cuffie in prova
➜ Audio Technica ATH-M50x
➜ B&W P5 Serie 2
➜ Beats Studio V2
➜ Bose SoundTrue
➜ Focal Spirit Classic
➜ JBL Synchros S500
➜ Nad Viso HP 50
➜ Philips Fidelio X1
➜ Sennheiser HD598
[/box]

Nessun Articolo da visualizzare