Un media player sempre più completo

Westen Digital aggiorna il suo prodotto multimediale di punta e si conferma ancora al top del mercato. Il segreto? Basso costo, ottime capacità  multimediali e una gestione davvero evoluta dei file.

Anteprima di Davide Piumetti

Articolo tratto da PC Professionale 257

Il mercato dei riproduttori multimediali domestici, nonostante la diffusione delle prime Smart Tv, continua a evolversi e a proporre soluzioni sempre più nuove ed avanzate. Western Digital, uno dei leader del mercato e storico produttore di hard disk meccanici, ha offerto per lungo tempo la migliore soluzione per quanto riguarda questa particolare tipologia di prodotti, il primo WD Tv Live che, inevitabilmente, sente ormai il peso degli anni.

Per questo motivo ha annunciato e lanciato da qualche mese la nuova generazione, che si differenzia in maniera netta dal passato aggiungendo un’interfaccia utente molto più curata e grandi funzionalità  multimediali aggiuntive basate su contenuti web o a richiesta.

Il prodotto si presenta in maniera estremamente compatta, andando a occupare uno spazio davvero esiguo considerando la quantità  di hardware e funzionalità  presenti. Il piccolo box di plastica nera racchiude infatti un processore ad alta potenza in grado di supportare e riprodurre praticamente ogni formato che è possibile trovare in circolazione. Oltre alla possibilità  di riprodurre contenuti presenti su periferiche Usb all’interno del dispositivo sono anche stipate due interfacce di rete (cablata e wireless 802.11n) che permettono al prodotto di reperire foto, musica e filmati da sorgenti remote, siano Nas o condivisioni di rete Windows o Linux.

Costruttivamente sul frontale possiamo notare una porta Usb più che adatta a collegare periferiche in maniera rapida, come pendrive Usb o dischi esterni autoalimentati, sul retro troviamo tutte le altre connessioni, con un uscita audio ottica digitale, la connessione Rj-45 Ethernet, una Hdmi 1.4, la seconda porta Usb 2.0 e un’uscita proprietaria per il videocomposito e audio Rca (il cavo è fornito in dotazione). Un plauso è da fare al nuovo telecomando che Wd propone a corredo con il prodotto, che risulta molto più completo rispetto al predecessore anche se perdura l’assenza di tasti per la regolazione del volume audio, operazione demandata al dispositivo di controllo del televisore. Da segnalare inoltre la presenza di app specifiche per smartphone adatte al controllo del dispositivo in vece del telecomando.

Sul retro si trova tutto l’essenziale: Hdmi, audio digitale, rete Ethernet e una delle due porte Usb.

Il software installato prevede grandi novità  rispetto al passato, in una navigazione a schede (Video, Foto, Musica, File, Servizi, Giochi, Rss e Impostazioni) si può controllare in maniera comodissima il dispositivo. I documenti multimediali, provenienti sia da condivisioni remote sia da periferiche Usb, possono essere catalogati direttamente dal dispositivo che, in modo automatico e molto efficiente, provvede anche a reperire dal Web (se connesso) informazioni aggiuntive e molto interessanti. Esempi concreti nel caso di film sono il download automatico della locandina, delle informazioni di durata, votazione media, dell’elenco del cast e di un breve riassunto della trama oppure una gestione per cartelle delle serie televisive con tanto di sfondo a tema per ogni puntata scaricato in maniera completamente automatica. I servizi aggiuntivi proposti vanno però oltre e rendono questo Wd Tv Live ben superiore ai predecessori, oltre agli immancabili Youtube, Facebook e un ottimo lettore Rss troviamo in questa versione anche Ace Trax, che permette il noleggio o l’acquisto di film da fruire in streaming direttamente sul dispositivo. Sono presenti anche Spotify, che permette di ascoltare musica in streaming (non ancora disponibile in Italia) e SlingPlayer che permette di fruire di canali televisivi in streaming (anche qui il funzionamento nel nostro paese non è ancora a punto).

Molte le applicazioni dedicate ai video sul Web, da quella dedicata alle commedie a Vimeo, Watchmojo o Aol HD. Il piccolo riproduttore multimediale integra anche un buon numero di giochi, adatti perlopiù a essere sperimentati una sola volta e poi accantonati in favore di altri sistemi di intrattenimento.

In conclusione possiamo affermare però di come questo nuovo modello rappresenti una consistente evoluzione dal punto di vista multimediale, soprattutto grazie alle capacità  di reperire in rete le informazioni sui contenuti archiviati e di mostrarle a video in maniera automatica.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

2 Commenti

  1. Ho avuto la possibilità di provare questo prodotto poco tempo fa, ma non credo che possa avere un futuro stabile, anche in virtù dell’utilizzo che gli utenti potenziali ne faranno… Anche le novità apportate sono abbastanza in linea con il mercato, insomma, nulla di nuovo all’orizzonte.

Comments are closed.