Le ultime revisioni dei driver per il controller Serial Ata AsMedia implementano la modalità  Ahci ed i comandi specifici per le unità  Ssd, come il Trim.

Array Raid e modalità  Ahci

DomandaIl mio computer è basato su: scheda madre Asus Sabertooth 990FX R2.0, processore AMD FX 8120, 16 Gbyte di memoria e una scheda grafica AMD/ATI Radeon HD 7770. Il sistema operativo è Windows 7 che ho installato su un’unità  Ssd Samsung 850 Pro e la memoria di archiviazione è costituita da due hard disk Western Digital da 1,5 Tbyte in modalità  Raid-1 e altri due Western Digital da 1 Tbyte. La coppia di hard disk da 1,5 Tbyte è collegata alle prime due porte Serial Ata che fanno capo al controller integrato nel chipset della scheda madre. Gli altri due hard disk da 1 Tbyte rispettivamente alle porte 3 e 4. Alla porta 5 è collegata l’unità  Ssd e all’ultimo connettore disponibile, il sesto, è connesso un lettore Dvd-Rom. Per ragioni di tutela dei dati non posso fare a meno dell’array Raid ma, impostando questa modalità  operativa, il controller non è più in grado di attivare il protocollo Ahci ed in particolare sulla porta 5 alla quale fa capo l’unità  Ssd. Per questo motivo quando eseguo il software Samsung Magician fornito a corredo, le operazioni diagnostiche e di manutenzione non sono disponibili. Esiste un modo per configurare il controller in modalità  Ahci preservando però la funzionalità  Raid sugli hard disk? 

Risposta: L’impossibilità  di utilizzare contemporaneamente la funzionalità  Raid e la modalità  Ahci per il controller Serial Ata è stata più volte evidenziata, anche in questa rubrica della Posta Hardware. Sebbene la situazione si sia evoluta ed esistano ora controller in grado supportare entrambe le funzionalità , le interfacce preesistenti risentono ancora di questa limitazione. Nella configurazione hardware del lettore esistono però alcune soluzioni che, pur avendo alcuni lati negativi, possono mitigare il problema. In particolare la scheda madre Asus Sabertooth 990FX R2.0 è dotata di un controller Serial Ata aggiuntivo, implementato mediante un chipset AsMedia. Questo controller, in abbinamento ad una versione aggiornata dei driver, è in grado di gestire la modalità  Ahci e offrire quindi un adeguato supporto alle unità  Ssd.

Esistono quindi due possibilità  per ottenere lo scopo: associare al controller AsMedia l’ultima versione del driver specifico messo a disposizione dal produttore, ovvero la 3.0.2, che è stata testata sia con Windows 7 sia con 8 e secondo i test preliminari è in grado di supportare la modalità  Ahci e l’invio dei comandi specifici per le unità  Ssd come il Trim. In alternativa al driver sopra indicato sarà  possibile associare al controller AsMedia anche il driver fornito da Microsoft a corredo del sistema operativo. Secondo le informazioni pubblicate in alcuni forum, questa sarebbe la linea di azione preferibile per i sistemi operativi Windows 8 e 8.1. Anche il driver di Microsoft gestisce la modalità  Ahci e le estensioni necessarie per le memorie di massa allo stato solido.

Con l’accorgimento sopra indicato sarà  possibile mantenere l’efficienza operativa dell’unità  Ssd. Purtroppo questa soluzione ha anche un lato negativo: il controller AsMedia ha una efficienza inferiore rispetto all’interfaccia Serial Ata integrata nel chipset di Intel e può quindi ridurre le prestazioni del computer se si fa un utilizzo intensivo dell’unità  Ssd. Si tratta comunque di un calo di efficienza inferiore a quanto si verificherebbe con il tempo in assenza della manutenzione della memoria flash eseguita con la funzionalità  Trim. Inoltre lo spostamento dell’unità  Ssd sul controller aggiuntivo potrebbe comportare un aumento dell’efficienza dell’array Raid, in particolare se si eseguono accessi sostenuti ai dischi che compongono questa unità  di archiviazione. Riteniamo quindi che le prestazioni complessive potrebbero comunque trarre giovamento dallo spostamento dell’unità  Ssd sul controller cadetto.

Nessun Articolo da visualizzare