ASUS-Z97 slot M.2

Come scegliere l’unità Ssd M.2

Nello standard M.2 coesistono 3 diverse interfacce: Serial Ata, Pci Express 2X e Pci Express 4X. Ecco come capire quale unità è quella giusta per la vostra scheda madre.

Avrei intenzione di sostituire l’unità Ssd Samsung 850 Evo (interfaccia Serial Ata) con un’altra da collegare sul connettore M.2 di cui è dotata la mia scheda madre Asus Z97-C. Il motivo che mi ha spinto a scrivervi è che quando ho spiegato le mie intenzioni ai commessi di diversi negozi di hardware ho ricevuto pareri discordanti.
Secondo alcuni l’operazione è sensata e consentirà di ottenere vantaggi apprezzabili, altri invece mi hanno sconsigliato di procedere paventando problemi di compatibilità o l’impossibilità di ottenere prestazioni superiori rispetto alla memoria di massa già in mio possesso. Il resto della mia configurazione hardware è come segue: processore Intel Core i3-4330 con Gpu Intel Hd 4600 integrata, due moduli Dimm Ddr3-1600 Corsair da 2 Gbyte ognuno, alimentatore Evga da 450 watt, il sistema operativo è Windows 10 Pro a 64 bit.
Spero inoltre possiate fornirmi spiegazioni sulle varie sigle che vedo spesso riportate nella denominazione delle unità Ssd M.2, ad esempio che significano 2260 e 2280? Sono tutte equivalenti e compatibili con la mia scheda madre oppure ci sono altri fattori che devo tenere in considerazione?
Lettera firmata, via Internet

L’interfaccia M.2, nota anche con l’acronimo Ngff (Next-Generation Form Factor), è stata introdotta per sostituire le preesistenti mSata e mini Pci-Express. La necessità di una nuova tipologia di interfaccia si è presentata quando le unità Ssd hanno saturato la larghezza di banda di 6 Gbit/s messa a disposizione dal controller Serial Ata 3. Infatti le memorie flash di nuova generazione possono superare velocità di trasferimento dati di 3.000 Mbyte/s e, per fare fronte ad un flusso di dati così elevato, la scelta più logica è stata un collegamento diretto al bus Pci Express.

Standard M.2
Le caratteristiche delle unità Ssd M.2 sono identificabili esaminando il connettore.
La posizione degli intagli impedisce l’inserimento in slot che non supportano modalità operative adeguate.

Purtroppo i progettisti delle schede madri hanno scelto, di volta in volta, di implementare un sottoinsieme dello standard M.2 e ciò crea molta confusione nel momento in cui l’utente si trova a decidere quale periferica adottare per la propria configurazione. Esistono infatti connettori M.2 che implementano un semplice collegamento al bus Serial Ata, altri che forniscono connettività Pci Express x2 e infine altri ancora che mettono a disposizione la stessa connessione con quattro linee (x4) dedicate al trasporto dati.

Per operare una scelta corretta la prima cosa da verificare è la presenza di intagli (spesso in inglese definiti key oppure notch) nel connettore. In base alla posizione di questi intagli la periferica potrà essere inserita solo in alcune tipologie di slot M.2. Un intaglio in posizione B caratterizza le unità Ssd che forniscono connettività Serial Ata oppure Pci Express x2. Le unità Ssd in grado di supportare la connettività Pci Express x4 sono invece riconoscibili da un intaglio in posizione M. Esistono poi periferiche che hanno entrambi gli intagli (spesso definite B+M) che possono essere utilizzate in abbinamento a tutte e due le tipologie di connettori M.2, rimanendo però limitate alla banda di trasferimento dati messa a disposizione dal bus Pci Express x2.

Per completezza facciamo presente che allo slot M.2 è possibile collegare, oltre che le unità Ssd, anche altri dispositivi come adattatori Wi-Fi, Bluetooth oppure interfacce per reti cellulari. Questi dispositivi sono riconoscibili da connettori con intagli nelle posizioni A oppure E. Gli slot M.2 di questo tipo sono presenti quasi esclusivamente su notebook e laptop.

Tornando alle memorie di massa, l’unico modo per sapere se uno slot M.2 implementi l’interfaccia Serial Ata oppure Pci Express è consultare le specifiche tecniche della scheda madre. Non è possibile dedurre questo tipo di informazione esaminando visivamente il connettore.

Una volta reperite le caratteristiche sopra indicate (ovvero la tipologia dello slot M.2 e l’interfaccia supportata) sarà possibile acquistare l’unità Ssd adeguata alle proprie necessità. A uno slot M.2 Serial Ata potrà essere abbinata solo una unità Ssd M.2 Serial Ata, a uno slot M.2 Pci Express una memoria di massa Pci Express.

Un altro fattore da tenere in considerazione è la dimensione della periferica, questa caratteristica è indicata mediante un numero di quattro o cinque cifre che, nel caso delle unità Ssd, può essere 3042, 2230, 2242, 2260, 2280 oppure 22110. Una volta tanto decifrare questa informazione non è complicato: le prime due cifre sono la larghezza e le successive cifre la lunghezza del circuito stampato. Una unità Ssd M.2 2280 sarà quindi larga 22 millimetri e lunga 80 millimetri. La scelta di quale periferica adottare è limitata solo dallo spazio disponibile sulla scheda madre in corrispondenza dello slot M.2. Generalmente sono utilizzabili periferiche 2260 oppure 2280.

Per il caso specifico del lettore, ovvero l’abbinamento con la scheda madre Asus Z97-C, bisogna tenere presenti alcuni fattori positivi e altri negativi. Il connettore M.2 di questa scheda madre supporta la connettività Pci Express x2 ed è quindi possibile installare unità Ssd di questo tipo, facilmente reperibili e di costo contenuto. D’altro canto l’ampiezza di banda messa a disposizione da questa interfaccia offre un aumento di prestazioni limitato rispetto ai 550 Mbyte/s raggiungibili dall’ottima unità Ssd Samsung 850 Evo già collegata al controller Serial Ata. Per ottenere un aumento di prestazioni più marcato sarà preferibile adottare, oltre ad una unità Ssd M.2 Pci Express x4, anche un adattatore che ne consenta il collegamento diretto a questo bus. Schede di questo tipo possono essere acquistate con un esborso minimo, ad esempio attraverso siti di aste on-line.

Scheda adattare Poi Express - M.2
Con una scheda-adattatore è possibile collegare le unità Ssd con interfacciaM.2 direttamente al bus Pci Express, eliminando i colli di bottiglia.

Così facendo si potrà aggirare la limitazione delle due linee di trasferimento dati Pci Express che sono assegnate allo slot M.2 della scheda madre Asus Z97-C. Ricordiamo però che, per ottenere il connettore Pci Express x4 da dedicare all’unità Ssd, sarà necessario disabilitare mediante gli appositi menu del Bios gli altri due slot Pci Express x1 presenti sulla scheda madre. Nel caso del lettore questa operazione non crea problemi perché la configurazione hardware è composta da pochi componenti e gli slot in questione non sono utilizzati da altre periferiche.

(tratto dalla Rubrica POSTA del numero 324 di PC Professionale, vi ricordiamo che per questioni di tipo tecnico o comunque legate al funzionamento o al malfunzionamento di hardware o software potete scrivere all’indirizzo di posta elettronica: [email protected]
Compatibilmente con la natura del problema cercheremo di rispondere sulle pagine del giornale. Non vengono fornite risposte dirette via mail.)

PCProfessionale © riproduzione riservata.