Nelle schede grafiche All-in-Wonder le funzionalità  multimediali erano implementate grazie al chipset ATI Rage Theater. Purtroppo lo sviluppo del software è stato abbandonato rendendo queste schede inutilizzabili con i sistemi operativi di ultima generazione.

Compatibilità  delle schede grafiche All-in-Wonder con Windows 7

DomandaSul mio Pc Acer Veriton con Windows 7 Professional a 32 bit ho installato una scheda grafica ATI All-in-Wonder X1800XL e nell’area di notifica è presente l’ATI Catalyst Control Center 2010.0210.2339.42455. Il mio problema consiste nel fatto che, con questo software di supporto, Windows Media Center non rileva il sintonizzatore Tv. Non riesco a comprendere se il motivo sia da ricercare in un’incompatibilità  del driver per Windows 7 o nella mancanza di qualche altro componente che non sono riuscito ad individuare. Vorrei inoltre sapere se l’ATI Multimedia Center (che funziona perfettamente in ambiente operativo Windows XP Professionale SP3) è disponibile anche per Windows 7 Professional a 32 bit.

Nelle schede grafiche All-in-Wonder le funzionalità  multimediali erano implementate grazie al chipset ATI Rage Theater. Purtroppo lo sviluppo del software è stato abbandonato rendendo queste schede inutilizzabili con i sistemi operativi di ultima generazione.
Nelle schede grafiche All-in-Wonder le funzionalità  multimediali erano implementate grazie al chipset ATI Rage Theater. Purtroppo lo sviluppo del software è stato abbandonato rendendo queste schede inutilizzabili con i sistemi operativi di ultima generazione.

Risposta: Le schede grafiche ATI/AMD della serie All-in-Wonder sono state per lungo tempo uno dei punti di riferimento per l’acquisizione audio/video in ambiente Windows. Queste sfruttavano chipset proprietari per implementare le funzionalità  multimediali e tutto il software di supporto era progettato e sviluppato direttamente da ATI. Purtroppo il passaggio dalla televisione analogica al digitale terrestre ha reso inutilizzabili molte delle peculiarità  delle schede All-in-Wonder e ciò ha portato il produttore ad abbandonarne lo sviluppo. L’ultimo sistema operativo supportato, almeno parzialmente, è Windows Vista per il quale sono stati rilasciati sia i driver sia l’ATI Multimedia Center.

Nonostante l’utilizzo delle schede grafiche All-in-Wonder non sia supportato su Windows 7 (e successivi) nei gruppi di discussione sono state segnalate le esperienze di alcuni utenti che sono riusciti a configurare alcune funzionalità  di base. In particolare sembra che i driver per Vista continuino a funzionare se si esegue il passaggio a Windows 7 mediante il Dvd-Rom di aggiornamento. L’installazione diretta dei driver su Windows 7, invece, non va a buon fine. In alcuni casi si può tentare di aggirare il problema forzando l’associazione del driver alla periferica (ignorando quindi il messaggio di errore che informa che il driver non è stato sviluppato per quel dispositivo) ma anche questa operazione non sembra funzionare in tutte le configurazioni hardware/software. Inoltre sui sistemi operativi a 64 bit la percentuale di successo si riduce ulterioremente.

La reperibilità  dei driver e della suite multimediale è abbastanza problematica in quanto gli applicativi dedicati all’acquisizione integrano al loro interno algoritmi di compressione dati (Mpeg) che sono coperti da copyright e quindi non ridistribuibili gratuitamente. È per questo motivo che le versioni aggiornate del pacchetto ATI Multimedia Center (Mmc) richiedono sempre il Cd-Rom fornito a corredo della scheda gratica: in questo modo le royalty già  pagate per il software originale vengono trasferite sull’aggiornamento e il produttore non deve sostenere ulteriori spese nei confronti dei detentori dei copyright. L’ultima versione dell’ATI Multimedia Center è la 9.16, scaricabile da qui. Per il driver, invece, sarà  necessario provare le varie alternative disponibili fino ad individuare quello più adatto alla propria configurazione: alcuni utenti hanno infatti segnalato che sui loro computer basati su Vista il driver Wdm 6.2 risultava più stabile rispetto alle versioni successive.

Il nostro lettore dovrà  quindi armarsi di pazienza e fare alcuni test per verificare quale combinazione offra il miglior livello di funzionalità . Per quanto riguarda l’interazione con il Windows Media Center, è improbabile che si riesca ad ottenere questo risultato in quanto il software di supporto delle schede All-in-Wonder non utilizza le interfacce Api standard e quindi le funzioni multimediali saranno accessibili solo con la suite Mmc appositamente predisposta da ATI/AMD.

Nessun Articolo da visualizzare