L'integrazione del gestore di memoria all'interno della Cpu ha aumentato il numero di contatti del socket. È sufficiente un falso contatto per impedire il corretto funzionamento del computer.

Cpu Core i5 e il gestore di memoria integrato

DomandaHo appena assemblato un nuovo computer basato sulla scheda madre Asus Z97-C. Gli altri componenti sono: processore Intel Core i5 4690K, due moduli Patriot Viper Ddr-3 CL9 da 4 Gbyte ognuno, unità  Ssd Kingston HyperX 3K da 120 Gbyte, hard disk Western Digital Caviar Black da 1 Tbyte, masterizzatore Blu-ray LG BH16NS40 e alimentatore Corsair CX430. Per il video, almeno per ora, intendo utilizzare la Gpu integrata nel processore. Una volta completato il montaggio ho eseguito le usuali batterie di test per accertarmi del corretto funzionamento ma, in questa operazione, sto incontrando difficoltà  insormontabili. In particolare il malfunzionamento si presenta con l’installazione della memoria: con una sola Dimm il diagnostico MemTest86+ viene portato a termine senza problemi ma, appena aggiungo il secondo modulo, il Bios si blocca durante il Post (power-on self-test). Ho seguito alla lettera le indicazioni del manuale della scheda madre e sto utilizzando la combinazione degli slot di espansione per la modalità  dual-channel ma, in entrambe le configurazioni previste, il computer non si avvia! Pensando che il problema potesse dipendere dagli slot di espansione ho eseguito il MemTest86+ installando a turno un solo modulo Dimm nei quattro slot disponibili e, in tutte e quattro le configurazioni, la diagnostica è stata portata a termine senza problemi. Ho testato anche il secondo modulo di memoria e, anche in questo caso, il test ha dato esito positivo quindi i due moduli Dimm -separatamente- funzionano e anche tutti e quattro gli slot di espansione della scheda madre non presentano problemi, se vengono utilizzati uno alla volta. L’unico caso in cui il computer non si avvia è quando vengono installati entrambi i moduli di memoria, in qualsiasi combinazione degli slot. Pensando ad una incompatibilità  tra scheda madre e memorie mi sono fatto prestare un’altra coppia di moduli Dimm, Kingston Value Select Ddr3, ma il problema si è ripresentato in maniera identica! Ovviamente ho già  aggiornato il Bios della scheda madre all’ultima versione ma anche questa operazione non ha portato alcun miglioramento. Da cosa può dipendere un malfunzionamento così strano? In passato ho già  assemblato altri computer e mi ritengo abbastanza esperto ma una situazione di questo tipo non mi era mai capitata!

Risposta: La scheda madre Asus Z97-C prevede alcuni meccanismi che semplificano l’installazione delle memorie Ram. Al momento dell’accensione il Bios esegue una serie di controlli automatici che portano al ripristino dei parametri di default nel caso in cui venga rilevato un funzionamento non affidabile. Questa funzione può inoltre essere attivata anche manualmente, agendo sul pulsante MemOk presente sul circuito stampato. È quindi improbabile che il malfunzionamento dipenda da impostazioni errate nei parametri operativi delle memorie. Un tentativo che varrebbe comunque la pena di fare è l’attivazione dei profili Xmp nei menu del Bios. Con questo accorgimento la scheda madre reperirà  automaticamente i parametri ottimizzati per la gestione dei moduli Dimm.

Tra i parametri che saranno impostati vi è, oltre alle temporizzazioni, anche la tensione di alimentazione specifica per gli integrati di memoria. Questa impostazione a volte consente di risolvere problemi di compatibilità  come quelli descritti dal lettore. Se anche questo accorgimento non portasse al risultato sperato, si dovrà  concentrare la propria attenzione sul processore. Infatti le Cpu delle famiglie i3, i5 ed i7 di Intel integrano al proprio interno il gestore della memoria e quindi tutti i collegamenti agli slot di espansione sono connessi al socket Lga1150, senza alcuna intermediazione da parte della scheda madre. Procedete quindi allo smontaggio della Cpu e verificate che non vi siano pin piegati o danneggiati all’interno del socket Lga1150.

Allo stesso modo accertatevi che non vi siano corpi estranei che impediscano il contatto tra le piazzole poste sul lato inferiore del processore ed i contatti corrispondenti. Ripetete quindi l’installazione della Cpu, accertandovi di allineare con precisione la base alle chiavi di inserimento poste sui lati del socket Lga1150. Una volta portata a termine la reinstallazione di processore e del relativo dissipatore ripetete i test diagnostici. Se anche con questi accorgimenti il problema persiste è probabile che il malfunzionamento dipenda dal controller integrato nel processore e che quindi si renda necessaria la sua sostituzione secondo i termini di garanzia.

Nessun Articolo da visualizzare