I pannelli Lcd basati sulla tecnologia Ips (In-Plane Switching) assicurano una fedeltà  cromatica elevata ed un ampio angolo visuale. Questi schermi sono una scelta ottimale per editing fotografico e applicativi Office.

Differenze tra televisori Lcd e monitor per computer

Domanda: Oggigiorno ha ancora senso acquistare un monitor oppure è preferibile dotarsi di un televisore Lcd e utilizzare quest’ultimo anche per il computer? Parlando con i rivenditori e facendo ricerche in Internet non sono riuscito ad avere una risposta univoca: c’è chi dice che la qualità  dei monitor non è paragonabile a quella dei televisori Lcd, altri invece assicurano che sono perfettamente uguali e quindi sarebbe meglio dotarsi di un televisore che comprende anche il ricevitore per le trasmissioni Dvb-T. Potete aiutarmi a capire le reali differenze che ci sono tra i monitor ed i televisori Lcd, sia sotto il punto di vista tecnico sia pratico? Non è il mio caso, ma è vero che per i videogiochi i televisori Lcd sono superiori ai monitor?

Risposta: I monitor e televisori Lcd abbiano ormai una struttura molto simile e le interfacce di collegamento (Dvi e Hdmi) rendono possibile l’utilizzo dei televisori Lcd in abbinamento ai computer. Esistono però alcune caratteristiche progettuali che distinguono le due tipologie di schermi: i televisori Lcd suppongono che lo spettatore sia seduto a diversi metri di distanza, a differenza dell’utilizzatore di computer che è solitamente a poche decine di centimetri dal monitor. Ciò si riflette in una maggiore luminosità  e contrasto nelle impostazioni predefinite dei televisori Lcd che possono ridurre il confort di utilizzo come schermi per computer. Esiste la possibilità  di eseguire la taratura del televisore per adattarlo a monitor ma la procedura è laboriosa e bisogna utilizzare una serie di accorgimenti per mantenere la fedeltà  cromatica dell’immagine.

Un’altra differenza è riscontrabile nel pannello a cristalli liquidi: nei monitor si predilige la qualità  dell’immagine, l’uniformità  dell’illuminazione e l’assenza di pixel malfunzionanti, mentre nei televisori più spesso si adottano schermi con velocità  di aggiornamento elevate, allo scopo di riprodurre il continuo movimento dei programmi Tv, anche a discapito della fedeltà  cromatica. È per questo motivo che in alcuni forum dedicati ai videogiochi si sostiene che i televisori siano superiori ai monitor: l’elevata velocità  di aggiornamento li rende adatti a scene di azione in grafica 3D.

Un altro fattore molto apprezzato dai videogiocatori è la dimensione dei televisori, solitamente maggiore rispetto a quella dei monitor e anche questo contribuisce a migliorare l’esperienza ludica. Sul fronte opposto ricordiamo che esistono monitor basati sulla tecnologia Ips (In-Plane Switching) i quali offrono una qualità  dell’immagine e una fedeltà  cromatica superiore a quella dei pannelli Tft-Tn (Thin-Film Transistor-Twisted Nematic) e che meglio si prestano all’editing fotografico e all’utilizzo in ambito Office. Concludendo, un monitor di buona qualità  garantisce un confort superiore a quello ottenibile con un televisore Lcd quindi, se lo scopo primario è l’utilizzo del computer, è preferibile orientarsi verso schermi dedicati. In caso contrario i televisori Lcd sono in grado di supplire alla mancanza di un monitor.

Nessun Articolo da visualizzare