wi-fi

Differenze tra Wi-Fi a 2,4 GHz e a 5 GHz

La principale differenza tra le bande di frequenza è l’affollamento della rete wireless: la banda a 5 GHz è caratterizzata da un minore affollamento non solo perché i dispositivi più vecchi non la supportano, ma anche perché è provvista di un numero di canali maggiore (23 invece di 13 della banda a 2,4 GHz).

Il mio router Wi-Fi fornisce la connettività Internet su due diverse reti wireless, una a 2,4 GHz e l’altra a 5 GHz. Quest’ultima è riconoscibile perché al Ssid è stato aggiunto il suffisso _5G. Sia con il mio notebook sia con lo smartphone ho provato a collegarmi a entrambe le reti senza però notare differenze, sia nelle prestazioni sia nell’affidabilità. Potete spiegarmi se ci sono dei motivi che consigliano di utilizzare l’una o l’altra connessione? E, se sì, in quali casi specifici?
Lettera firmata, via Internet

La principale differenza tra le bande di frequenza a 2,4 GHz e a 5 GHz è l’affollamento. Nelle zone ad alta densità di popolazione la banda a 2,4 GHz è condivisa tra decine e decine di utenti. Si pensi, ad esempio, al caso di un condominio nel quale ogni appartamento abbia un proprio router e la relativa rete wireless. In casi come questo la larghezza di banda (e di conseguenza la velocità di trasferimento dati) è ripartita tra tutti gli utenti, portando a una sostanziale riduzione delle prestazioni.

La banda di frequenza a 5 GHz, invece, è caratterizzata da un minore affollamento sia perché i dispositivi più vecchi non la supportano sia perché è provvista di un numero di canali maggiore rispetto a quelli disponibili nella banda a 2,4 GHz (23 invece di 13). Con le reti a 5 GHz si ha quindi una maggiore probabilità di ottenere le prestazioni ottimali ed elevate velocità di trasferimento dati. Purtroppo anche in questo caso vi è un fattore negativo da tenere in considerazione: i segnali a 5 GHz hanno più difficoltà a oltrepassare i muri e quindi le distanze raggiungibili con questo standard sono inferiori rispetto alle reti a 2,4 GHz.

In conclusione, se entrambi i vostri dispositivi supportano il Wi-Fi a 5 GHz e la potenza del segnale è adeguata a garantire una connessione stabile, è preferibile utilizzare questo tipo di rete. Se invece la distanza tra i dispositivi è tale da non consentire una ricezione ottimale si potrà tentare di stabilire la connessione con la rete a 2,4 GHz che ha una copertura maggiore.

adattatore wifi usb
Con un investimento di pochi euro è possibile acquistare adattatori Wi-Fi di ultima generazione che garantiscono prestazioni elevate e la piena interoperabilità con gli standard più recenti.

Infine, se il vostro dispositivo è datato e non supporta la banda 5 GHz, ci si troverà obbligati a utilizzare il Wi-Fi a 2,4 GHz. In questo caso però prendete in considerazione l’acquisto di un adattatore Wi-Fi di nuova generazione. Infatti è ormai possibile acquistare interfacce Wi-Fi conformi agli standard più recenti da collegare al bus Usb che, a fronte di un esborso di pochi euro, garantiranno un considerevole aumento delle prestazioni.

(tratto dalla Rubrica POSTA del numero 323 di PC Professionale, vi ricordiamo che per questioni di tipo tecnico o comunque legate al funzionamento o al malfunzionamento di hardware o software potete scrivere all’indirizzo di posta elettronica: [email protected]
Compatibilmente con la natura del problema cercheremo di rispondere sulle pagine del giornale. Non vengono fornite risposte dirette via mail.)

Nessun Articolo da visualizzare