Vari tipi di connettori Dvi

Domanda: Ho assemblato da poco un nuovo Pc desktop per sostituire un computer ormai datato. La nuova configurazione si basa su una scheda madre Asus P8Z77-V LX, Cpu Core i3-3240, due moduli di Ram Ddr3 Corsair Xms3 a 1.600 MHz, disco Seagate da 1 Tbyte, masterizzatore Asus DRW-24B5ST e alimentatore Corsair VS500. Il sistema operativo, per ora, è Windows 7 Ultimate a 32 bit. Vorrei continuare a utilizzare il monitor del precedente computer, di cui sono ancora soddisfatto. Il problema è che il suo spinotto Dvi bianco non si infila nel connettore Dvi sul retro della scheda madre. La parte sinistra entra, mentre la parte destra oppone resistenza. Per evitare di danneggiare la scheda madre o il connettore mi sono astenuto da ulteriori tentativi e attualmente sto utilizzando un monitor Samsung prestatami da un amico. I connettori Dvi non sono standardizzati? Ne esistono diversi tipi non compatibili tra di loro?

connettori

Risposta: I connettori Dvi sono stati introdotti sul mercato in un momento di transizione tra i monitor a tubo catodico con interfaccia analogica e i pannelli a cristalli liquidi, per i quali è preferibile una connessione digitale. Per venire incontro a entrambe queste necessità , i promotori dello standard Dvi hanno previsto diversi tipi di connettori: il Dvi-A, che essenzialmente è un sostituto del classico connettore Vga a 15 poli e veicola segnali analogici compatibili con i monitor tradizionali, il connettore Dvi-D dedicato alle connessioni digitali e quindi ai monitor Lcd, ed infine il Dvi-I che racchiude in un unico spinotto entrambi i segnali, analogici e digitali. Inizialmente, la maggior parte delle connessioni Dvi era conforme a quest’ultimo, ma, con il completamento della transizione agli schermi a cristalli liquidi, un numero sempre maggiore di produttori ha iniziato ad equipaggiare i propri monitor solo con connessioni digitali. A questa evoluzione si sono rapidamente adeguati i produttori di schede grafiche, che ora sono sempre più spesso equipaggiate con connettori dello stesso tipo.

Distinguere le tipologie di connettore Dvi è abbastanza semplice: basta esaminare con attenzione la parte destra del connettore femmina (oppure la parte sinistra del connettore maschio). In quest’area è presente una lamella orizzontale e al di sopra e al di sotto di essa vi è spazio per quattro pin, due nella parte superiore e due in quella inferiore. Questi quattro pin sono dedicati al segnale analogico e quindi, se presenti, lo spinotto è Dvi-I oppure Dvi-A. Se invece è presente solo la lamella orizzontale senza pin aggiuntivi, si tratta di un connettore Dvi-D, solo digitale. I connettori Dvi-I e Dvi-A possono essere facilmente convertiti in Vga tradizionale mediante un adattatore. Nel caso specifico del lettore, la scheda madre Asus P8Z77-V LX è dotata di due interfacce separate per il segnale video: un connettore Dvi-D, digitale per gli schermi Lcd e un connettore Vga per i monitor analogici. Se il monitor utilizzato in precedenza richiede una connessione analogica sarà  possibile utilizzarlo mediante quest’ultima interfaccia, eventualmente mediante un adattatore da Vga a Dvi-A. Se invece il monitor avesse una presa Vga, sarà  sufficiente collegare direttamente questo connettore mediante un cavo che abbia spinotti Vga a 15 poli alle due estremità . Questa modalità  di collegamento, se possibile, è da preferirsi in quanto garantisce una migliore schermatura ed integrità  del segnale video.

PCProfessionale © riproduzione riservata.