Il firmware HP che blocca le cartucce compatibili

L’inchiostro per le stampanti può essere paragonato al petrolio. Il mercato delle cartucce di stampa è, infatti, un’enorme fonte di guadagno per le aziende che producono stampanti, tanto che costa molto di più acquistare un kit di cartucce piuttosto che una nuova stampante (in questa sono presenti cartucce con carica ridotta).
Questo è il motivo per il quale è fiorito nel corso degli anni il mercato parallelo delle cartucce compatibili e rigenerate, ovvero cartucce a basso costo realizzate da produttori terzi. Ma questo è anche il motivo per il quale Hp ha preso una decisione drastica e criticata da molti, soprattutto dagli utenti finali e dai distributori di accessori per stampanti.

Con un recente aggiornamento del firmware per le stampanti della serie OfficeJet, OfficeJet Pro e OfficeJet Pro X, Hp ha di fatto chiuso le porte all’utilizzo di cartucce non originali. Il nuovo firmware impedisce alle stampanti di riconoscere in modo corretto le cartucce non originali, impedendone l’utilizzo. L’azienda americana ha confermato che non si tratta di un bug o di un problema del nuovo firmware, ma che tra le novità  di quest’ultimo, quella relativa al blocco delle cartucce non originali è una funzione voluta e programmata da tempo. Insomma, Hp ha deciso di proteggere il proprio mercato degli inchiostri con una mossa drastica e che potrebbe anche rivoltarsi contro l’azienda come un boomerang.
Se avete una stampante Hp e avete aggiornato il firmware potrete utilizzare solo cartucce originali o che al loro interno contengono il security chip di Hp e questo varrà  anche per le nuove stampanti. Stando alle dichiarazioni dell’azienda, le cartucce non originali “potrebbero non funzionare in modo corretto o non funzionare del tutto”, ma non è previsto alcun tipo di intervento per risolvere la cosa in quanto non si tratta di un bug, ma di una strada ben definita scelta dall’azienda.

PCProfessionale © riproduzione riservata.