IBM, 22 anni nell’Olimpo dei brevetti

Oltre 20 nuovi brevetti al giorno: è questa la media di IBM, che nel 2014 ha “sfornato” e registrato 7.534 brevetti. Non si tratta certo di un exploit, visto che Big Blue è al primo posto, come numero di brevetti registrati in Usa, da 22 anni (per un totale, dal 1993 al 2014, di oltre 81.500). Complessivamente, lo scorso anno, sono stati più di 300 mila (per la precisione 300.678) i brevetti registrati sul suolo statunitense, ma IBM stacca di netto tutti gli altri concorrenti. Al secondo posto, con “appena” 4.952 brevetti, c’è Samsung, e via via tutti gli altri.

Ecco la classifica dei primi 10:

TAB Brevetti USA 2014 ITTOP TEN Brevetti IT USA

 

 

 

 

 

 

 

Tra le novità  si nota, per la prima volta tra i primi dieci, Google, che sale dall’undicesimo posto del 2013 all’attuale ottavo. Appena fuori dalla top ten Apple, adesso undicesima con 2.003 brevetti. Non passa infine inosservato il balzo in avanti della cinese ZTE (attiva nel campo delle telecomunicazioni), che in un anno è passata dalla 133esima posizione alla 51esima, con un incremento, rispetto al 2013, del 160% del numero di brevetti.

A questo link potete trovare l’elenco delle prime 50 aziende, ma evitate di cercare un’azienda italiana, in questa lista non la troverete. Le uniche due aziende italiane presenti nella classifica allargata (che include le prime mille società ) hanno posizioni decisamente defilate: STMicroelectronics e Telecom Italia sono rispettivamente al 183esimo (202 brevetti) e 709esimo posto (52 brevetti).

Nessun Articolo da visualizzare