idc-intelligenza-artificiale-8-miliardi-dollari-2016

IDC: dall’intelligenza circa 8 miliardi di dollari nel 2016

Vi abbiamo parlato in tantissime occasioni di come l’intelligenza artificiale stia diventando sempre più una risorsa per ogni ambito tecnologico e, proprio a questo proposito, l’analista IDC ha pubblicato di recente un report dedicato all’AI, dove mette in evidenza come – nel corso del 2016 – la stessa genererà  a livello globale introiti per ben 8 miliardi di dollari.

Le stime dell’analista, del resto, non mancano di sottolineare come l’intelligenza artificiale – entro il 2020 – rappresenterà  un mercato dal valore superiore a 47 miliardi di dollari: e in questo importante trend di crescita, di sicuro, giocano un ruolo di primo ruolo tutti quei big player che sono coinvolti nell’adozione di soluzioni hi tech intelligenti per tutti i giorni.

Pensiamo per esempio agli immancabili assistenti virtuali – Cortana, Siri e Google Now/Assistant – che rappresentano sicuramente la parte “visibile” di queste implementazioni: ma in tantissimi altri ambiti, tra i quali possiamo citare quello bancario, l’intelligenza artificiale gioca già  un ruolo di primo piano nella prevenzione per esempio delle frodi e nell’ottimizzazione degli investimenti.

Per il 2016, secondo IDC, l’intelligenza artificiale si espanderà  sempre di più in ambiti come quello finanziario/bancario, dietro al quale si collocherà  quello retail, senza dimenticarsi del resto del settore sanitario e, per finire, di quello industriale.

Nel report, IDC sottolinea come il Nord America sia attualmente leader negli investimenti in AI e, proprio in questi mercati, le stesse forme di intelligenza artificiale generano il maggior volume di introiti: si parla di 6.2 miliardi di dollari per il 2016. L’area EMEA rappresenta il secondo mercato, seguita quindi da Asia e Pacifico (Giappone incluso).

Nessun Articolo da visualizzare