Il full-frame è alle spalle: ecco la Leica S2

Per ora la nuova Leica scuote il mondo reflex nel solo comparto professionale, ma in futuro potrebbe riversare i suoi effetti anche nei settori più vicini all’utenza consumer, spingendo ulteriormente il full-frame verso i segmenti medio ed entry.
leica-s2.jpg

La Leica S2 è una fotocamera dal corpo simile ad una comune D-slr professionale ma che cela al suo interno un sensore in grado di rivaleggiare con le unità  che troviamo nei dorsi medio formato. Sviluppato su dimensioni 30x45mm, quest’elemento dispone di una superficie più ampia del 56% rispetto al formato pieno, arrivando sino a 37,5 Mpixel di risoluzione. Tra le altre peculiarità , segnaliamo la presenza di un doppio otturatore: a tendina sul piano focale e centrale negli obiettivi per spuntare tempi rapidi in syncro-flash. Il corpo è lodevolmente dotato di guarnizioni per proteggere la fotocamera da avverse condizioni ambientali, mentre il core di controllo Maestro è accreditato dal produttore di una velocità  operativa doppia rispetto agli attuali dorsi digitali. Si tratta senza dubbio di un progetto innovativo e che sulla carta potrebbe irrompere nel mercato professionale determinando nuovi equilibri, ma molto dipenderà  sia dal costo su strada sia dal gap qualitativo che questa fotocamera sarà  in grado di mostrare al confronto con le attuali D-srl pro full-frame.
Concludiamo con la disponibilità  delle ottiche che copre un discreto ventaglio di focali: dal super-grandangolo 24mm si giunge sino al tele 350mm con una gamma di nove obiettivi tra cui uno zoom ed un grandangolo basculante e decentrabile. Naturalmente tutte sono in grado di lavorare in sinergia con il sistema autofocus della nuova fotocamera.
Ulteriori informazioni sono disponibili dal sito internazionale di Leica.

Nessun Articolo da visualizzare